fbpx

Pillole del Campionato del Napoli – Ko e notte fonda contro l’Atalanta tra silenzio stampa e la grande paura per Osimhen

campionato del napoli

Le Pillole del Campionato del Napoli sugellano un’altra domenica da incubo con il ko della Gewiss Arena  contro l’Atalanta

Non solo ennesimo ko incassato ma sempre più problemi di infortuni, con il grande spavento per lo svenimento di Osimhen ed un momento in salita difficile da superare per il Napoli in vista del ritorno di Europa League contro il Granada, con una rimonta che porterebbe entusiasmo nonostante, adesso, sembri un’impresa davvero ardua. Tutti i dettagli del weekend azzurro nelle pillole del campionato del Napoli!

Mio fratello è figlio unico

Sì, abbiamo scomodato i grandi della musica per aprire uno degli argomenti più chiacchierati della scorsa settimana, con un interrogativo che risuona ancora nelle nostre orecchie: ma è Osimhen che non gioca per la squadra o il Napoli che non gioca per Osimhen? Forse nessuna delle due, fatto sta che il dubbio l’ha nutrito proprio Andrew, fratello di Victor, in un’intervista (LEGGI LE SUE PAROLE). Poco meno di 24 ore dopo, la smentita da parte dell’attaccante azzurro, che prende le distanze da ciò che aveva dichiarato il suo familiare (LA RISPOSTA). Insomma, a volte è proprio meglio essere figli unici, confermo.

Il Lazzaretto

AAA cercasi benedizione. Non bastano sale grosso, cornicelli e vari riti scaramantici, forse neanche l’acqua benedetta: urge un weekend in quel di Lourdes. Eh sì, cari amici delle pillole del campionato del Napoli, sembra proprio che anche a Bergamo, la dea bendata abbia definitivamente voltato le spalle agli azzurri, a partire dal riscaldamento. Ancora la truppa dei Primavera convocata per il big match contro l’Atalanta e via, che si infortuna anche Insigne. Ma la sfortuna vuole al 24′ si accascia proprio Politano. Falso allarme, ce la fa. Per la definitiva paura in casa Napoli però, bisogna aspettare il finale di gara, quando Osimhen si accascia dopo uno scontro di gioco e perde i sensi (I DETTAGLI). Per fortuna, nulla di grave: 24 ore sotto osservazione e “solo” trauma cranico (IL BOLLETTINO MEDICO). Forza, Victor!

Un’emozione da poco

Seconda volta che in queste pillole del campionato del Napoli scomodiamo i big della musica ed ora è toccato ad Anna Oxa riassumere al meglio i primi 30′ della gara di Bergamo. Pochi sussulti, quasi zero emozioni, qualche parata di Meret e tanta, troppa noia. L’unico vero sussulto, lo abbiamo registrato poco prima della mezz’ora, quando l’arbitro Di Bello estrae il rosso per Gasperini e lo allontana dalla panchina. Ne segue un diverbio accesso con un monologo urlante del tecnico di casa invocando ancora un rigore non concesso (I DETTAGLI). E niente, per il resto ci tocca aspettare la pirotecnica ripresa per vedere un po’ di movimento. Fin troppo, a dir la verità.

Tutto in 45′

Lo abbiamo detto nel precedente punto delle pillole del campionato del Napoli: nei primi 30′ di Bergamo non è successo praticamente nulla di realmente rilevante. Poi, una volta scesi in campo per la ripresa, ecco che si è accesa la miccia: in palio tre punti troppo pesanti per lasciarli vacanti ed una reazione, almeno di cuore, degli azzurri. Il predominio degli orobici però è emerso: prima Zapata, poi la splendida risposta di Zielinski, ancora il solito Gosens che raddoppia ed il tris di Muriel. Come sta capitando spesso, c’è persino l’illusione della possibile rimonta: è ancora Gosens con un autogol, a regalarla. Ma a spezzare tutti i già fragili sogni partenopei, il poker di Romero. Insomma, nè bene, nè benino: molto su cui lavorare e singoli decisamente ancora una volta bocciati.

Un silenzio assordante

Aspettavamo curiosi le dichiarazioni di mister Gattuso per dare un po’ di pepe a queste pillole del campionato del Napoli ed invece niente, è silenzio stampa (IL COMUNICATO UFFICIALE). Nessun tesserato azzurro commenterà il brutto ko di Bergamo, nessuno potrà chiedere a Ringhio del suo futuro o dei rapporti con ADL e siamo certi che non ne sia poi così tanto dispiaciuto. Ma, peggio ancora, nessuno potrà chiarire e/o spiegare cosa stia succedendo a questa squadra, al di là delle tantissime defezioni. I tifosi soffrono, aspettano, in questo silenzio assordante e le ultime extrasistole di un malato che sembra ormai, in fase morente.

Missione remuntada

Concludiamo le nostre pillole del campionato del Napoli con il consueto occhio al futuro, che come sempre, non è neanche troppo lontano. In programma giovedì pomeriggio il return match di Europa League allo stadio Maradona contro il Granada. Ci sarà da recuperare lo svantaggio del 2-0 in Spagna per una missione che al momento sembra molto ardua ma sicuramente non impossibile. E non dimentichiamo che domenica prossima, ancora a Fuorigrotta, arriverà il Benevento, reduce dal pari a reti bianche contro la Roma. Ma inutile pensarci adesso, ne parleremo nel prossimo appuntamento delle pillole del campionato del Napoli!

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × tre =