fbpx

Morte Maradona: due nuovi indagati, ecco chi sono

Morte Maradona due nuovi indagati

Morte Maradona, due nuovi indagati iscritte nel registro degli indagati.

Una morte “interminabile” quella di Maradona: a tre mesi dalla sua scomparsa emergono nuovi indagati. I due indiziati sarebbero responsabili delle carenze strumentali, mediche e di personale durante la riabilitazione del Pibe de oro. Si tratta di Nancy Forlini e  di Mariano Perroni. Il primo è un dirigente della compagnia assicurativa che si occupava della copertura delle spese mediche e cliniche del campione. Il secondo, un impiegato della Medidom, società di impiego interinale che gestiva il personale all’interno dell’abitazione del Pibe de oro. Entrambi iscritti nel registro degli indagati.

Continuano ad essere sempre più fitte le nubi sulle sue ultime ore di vita del Diez

Secondo gli inquirenti, sarebbe da ascrivere a costoro la responsabilità delle numerose carenze mediche, strumentali e di personale, da cui sarebbe stata caratterizzata la degenza del Pibe de oro nella villa fittata dopo le dimissioni dalla clinica, in cui era stato sottoposto ad intervento chirurgico atto a rimuovere un ematoma subdurale.

Pesanti le accuse a carico dei due indagati per la morte di Maradona

 A quanto pare sarebbero stati proprio Forlini e Perroni ad indurre l’infermiera, Dahiana Madrid a dichiarare, nel corso del primo interrogatorio, che Maradona aveva rifiutato le visite atte a rilevare i parametri vitali. Come si ricorderà la donna aveva poi ritrattato durante il secondo interrogatorio, fornendo una versione totalmente diversa dei fatti. Infatti, la Madrid, dichiarò in un secondo momento di non esser stata presente in villa il 25 novembre, giorno del decesso del numero 10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 + undici =