fbpx

(Europa League) Napoli – Granada 2-1, Martinez e Puertas in conferenza stampa: “Orgogliosi della qualificazione, è un evento storico. Siamo una squadra molto unita”

Napoli Granada Martinez conferenza

(Europa League) Napoli – Granada 2-1, Martinez e Puertas in conferenza stampa: “Orgogliosi della qualificazione, è un evento storico. Siamo una squadra molto unita”

Napoli Granada Martinez conferenza. Diego Martinez Penas, allenatore del Granada, ha tenuto la conferenza stampa postpartita al termine di Napoli – Granada, ritorno di 16esimi di Europa League. Insieme a lui è intervenuto il giocatore Antonio Puertas. Queste le sue dichiarazioni dalla sala stampa del Diego Armando Maradona di Napoli.

 

Si immaginava una partita così complicata con gli infortuni e il gol a freddo?
“Siamo orgogliosi, questo è un momento storico per il club. Il Granada è per la prima volta agli ottavi di Europa League, quando ci fu il sorteggio tutti pensavano che non saremmo andati lontano. Invece abbiamo fatto una grande partita di andata e stasera abbiamo reagito al gol subito. Siamo una squadra con la S maiuscola.”

 

Puertas, cosa vi ha detto il mister all’intervallo?
“Ci ha chiesto di essere concentrati nonostante l’1-1. Lui e tutto lo staff ci hanno incoraggiati molto, nonostante gli infortuni. Non ci siamo mai arresi.”

 

Martinez, ci riassume la partita?
“Mi aspettavo situazioni al limite, ma così… abbiamo perso Machìs, poi Gonalons, Neva, German… abbiamo dovuto schierare Soldado che non avrebbe dovuto giocare. La squadra ha valori e mentalità. Non siamo crollati dopo il gol subito, anzi abbiamo fatto 30 minuti ad altissimo livello. E’ stato un esercizio di sopravvivenza, i calciatori hanno dato l’anima per questo risultato.”

 

Puertas viene dalle giovanili.
“Se mi date un pizzico in questo momento non lo sentirei. Ho parlato con compagni e staff e sono tutti felici, alcuni piangevano di gioia. Al Granada ricordo tempi duri, ma adesso i tifosi possono godersi il momento. Arrivati qui, saremo felici di ogni avversario. Sono entrato in extremis perchè Darwin aveva un problema. Alla fine è andata bene, speriamo che lui recuperi in breve tempo.”

 

Napoli – Granada era un po’ come Davide contro Golia.
“Il Napoli è una big, lo stipendio di un loro giocatore è superiore al nostro monte ingaggi, questo dà molto valore a ciò che abbiamo fatto, è un evento unico. Mi sento fortunato ad allenare giocatori che sanno farsi trovare sempre pronti. Nell’intervallo ho detto ai ragazzi che dovevano essere orgogliosi di un’esperienza del genere.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 − quattro =