fbpx

Si gonfia la rete- Venglos, ag. Hamsik: “Ritorno a Napoli? Tutto è possibile, l’estate è lunghissima. Goteborg? Per prepararsi agli Europei”

Hamsik torna in Europa

Juraj Venglos, agente storico di Marek Hamsik, è intervenuto ai microfoni di Radio Marte durante il programma “Si gonfia la rete”

Juraj Venglos, agente storico di Marek Hamsik, è intervenuto ai microfoni di Radio Marte durante il programma “Si gonfia la rete”.

Lo storico procuratore dello storico capitano azzurro, l’indimenticato numero 17, ha parlato ai microfoni dell’emittente radiofonica di un possibile ritorno, in futuro, di Marek. Ha spiegato che Napoli, per lui, è una seconda casa e che nella vita non bisogna mai dire mai. Soprattutto che l’estate è molto lunga e che il contratto con il Goteborg scade il prossimo 30 di agosto.

Il calciatore ha scelto la Svezia come meta, poiché il mercato chiude tardi, e perché vuole prepararsi nel miglior modo per presentarsi bene agli Europei.

Queste le sue parole:

“Hamsik contento di tornare in Europa? Molto felice, la scelta è stata presa per il fatto che per continuare a giocare al Dalian avrebbe dovuto sostenere più quarantene che partite e i viaggi sarebbero stati lunghissimi dopo la Nazionale. La soluzione migliore per avere continuità era tornare in Europa.

Eventuale ritorno a Napoli? Tutto è possibile, in questo momento ovviamente stiamo cominciando una nuova avventura e siamo concentrati su di essa. L’estate sarà lunga…Tutto è possibile.

Goteborg? Ci è andato soprattutto per prepararsi per gli Europei. Ha dimostrato di avere grande stima di lui, era importante firmare per un club che gli desse continuità. Il contratto di Marek scadrà il 30 agosto.

Se ho mai parlato con De Laurentiis dopo l’addio al Napoli? Soltanto una volta quando Hamsik venne a Napoli per guardare una partita contro il Genk in Champions League. C’è comunque un buon rapporto, va tutto bene. Se abbiamo parlato del ritorno di Hamsik? Non ne abbiamo parlato.

Al Napoli manca Hamsik? Sicuramente, lui è stato lì 11 anni ed era una istituzione per questo club. Ma è reciproco: gli mancano il Napoli e la città, rappresenta per lui una seconda casa. Magari un giorno tornerà…”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.