fbpx

Luigi e Giuliana lanciano sui social “Giochi da zona rossa”: la spiegazione in un’intervista

Luigi Alessio Adimari (attore) e Giuliana Martinelli (ballerina) hanno creato, sui social, un format che si chiama “Giochi da Zona Rossa”

Luigi Alessio Adimari (attore) e Giuliana Martinelli (ballerina) hanno creato, sui social, un format che si chiama “Giochi da Zona Rossa“.

Scorrendo le pagine di Facebook non è passato inosservato un divertente sketch realizzato da due giovanissimi artisti, costretti a casa. I due ragazzi, infatti, hanno inventato sul proprio canale social “Giochi da Zona Rossa”. Hanno da poco registrato un primo video ed hanno avuto tantissimi followes.

I ragazzi spiegano come nasce l’idea attraverso un’intervista, molto interessante:

Come nasce “Giochi da Zona Rossa”?

“Insegnavamo rispettivamente danza e recitazione, esercitando anche la nostra professione con messe in scena teatrali sul territorio nazionale. Sia in coppia che singolarmente. Il verbo al passato non è casuale perché, purtroppo con la pandemia, sia il lato pedagogico, sia quello artistico, sono stati estremamente limitati. E nella maggior parte dei casi impossibilitati ad esercitare. Spinti quindi dalla noia e dalla volontà di ritrovare un po’ di normalità, nasce “Giochi da Zona Rossa”, una rubrica poco impegnativa per gente annoiata (come noi).

L’idea principale in realtà era molto diversa: inizialmente volevamo dire la nostra sul festival di Sanremo e ci siamo trovati a registrare un video-commento. Mai pubblicato. Lasciando poi la telecamera accesa, abbiamo iniziato a giocare, facendoci trasportare da un sano gusto per il divertimento. Da qui nasce dunque il primo di una serie di appuntamenti sui nostri canali social e sulla pagina Facebook “Il Tempo di un Caffè”.

Che cos’è il tempo di un caffè?

Nasce nel 2017 come pagina Facebook, ma per motivi legati al nostro lavoro, la pagina è restata ferma per tanto tempo, continuando ad avere però un apprezzamento costante e una, seppur lenta, costante crescita, contando un buon numero di Follower tra i vari canali social (a breve anche su Tik Tok).

Nel primo video pubblicato cerchiamo di spiegare questo “contenitore di contenuti”, puntando principalmente sull’intrattenimento audio-visivo. La peculiarità del format sta nella la durata dei video, massimo “il tempo di un caffè”, cercando di portare prodotti adatti ad intrattenere questo momento di matrice, indubbiamente, partenopea. In periodi di grandi lontananze e mancanze, non abbiamo la pretesa di rubare molto tempo, ma la speranza di creare un appuntamento fisso in un momento molto caro nella vita della maggior parte di noi, il momento del caffè (o “ro cafè”). 

Di seguito il video:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *