fbpx

Derby del sole con gli uomini contati in difesa

Spalletti conferenza stampa

Derby del sole con gli uomini contati in difesa

Sarà un Derby del sole con gli uomini contati in difesa per la squadra di Gattuso.
Rinviata al 7 aprile la sfida con la Juventus, il Napoli può, per la prima volta in questa stagione, giocare a ritmo di una volta a settimana, potendo così preparare adeguatamente le partite.
Domenica scorsa, una rete di Politano a inizio ripresa ha regalato tre punti preziosissimi agli Azzurri.

E domenica prossima il derby del sole Roma Napoli. Anche questa una partita chiave per la qualificazione Champions. Il Napoli sta recuperando tutti gli infortunati in attacco, ma sarà ancora emergenza in difesa.

Oltre all’infortunato Rahmani, Gattuso dovrà rinunciare anche allo squalificati. La speranza è il recupero di Manolas.
A centrocampo, Demme ha dimostrato di poter dare equilibrio alla squadra. In attacco c’è invece abbondanza di scelte grazie anche al recupero di Lozano.

Gara molto equilibrata a San Siro. Leao e Calhanoglu pericolosi per i rossoneri nel primo tempo, Zielinski e Insigne per il Napoli.

Nella ripresa, dopo la rete di Politano, assalto del Milan che non riesce a trovare il pari ancora con Leao e con Rebic che nel finale viene espulso. Milan a -9 dall’Inter, il Napoli riaggancia la Roma, sconfitta a Parma.

Scelte di formazioni obbligate per entrambi gli allenatori. Pioli perde Kjaer e si affida a Gabbia in coppia con Tomori, dentro Theo Hernandez recuperato e Calhanoglu non al massimo della condizione, panchina per Rebic.

Gattuso con Maksimovic-Koulibaly in difesa, Osimhen in panchina per lasciare spazio ai velocissimi Mertens, Insigne e Politano con Zielinski a rifinire. Con il passare dei minuti, il Napoli prende campo e crea occasioni. Ci prova Insigne con un paio di conclusioni ma soprattutto Zielinski che ha due buone occasioni per portare i suoi in vantaggio. Il Milan fa fatica sulla pressione del Napoli e non riesce a trovare spazi soprattutto negli ultimi trenta metri.
Il Napoli parte con un buon piglio a inizio ripresa e da una palla persa da Dalot e successiva uscita in pressione fuoritempo di Kessié nasce il gol del vantaggio: Hysaj recupera palla, serve Zielinski che converge e vede a destra libero Politano che entra in area, lascia partire di destro una conclusione nemmeno troppo pulita che beffa Donnarumma.

Il Milan prova a scuotersi e Pioli rimescola le carte cambiando tutti e tre i trequartisti: entrano Rebic, Brahim e Saelemaekers e i rossoneri sembrano più pimpanti. Il Napoli ci prova costantemente in contropiede. Gli ultimi 20′ sono un assalto del Milan, più con la forza dei nervi che con lucidità. Bakayoko colpisce leggermente Hernandez in area, l’azione prosegue e l’esterno francese commette un brutto fallo su Osimhen. Si va al VAR Review per il presunto episodio da rigore che non viene considerato tale. Si continua. Il Milan prova nel finale con tutte le forze a disposizione ma è evidente che manchi un finalizzatore come Ibra. Rebic protesta con l’arbitro e viene espulso. Il Napoli vince, con merito, e accorcia la classifica. Per il Milan, ora, testa all’Europa League.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *