fbpx

Repubblica sul caso Luis Suarez: “ho ricevuto un pdf prima dell’esame”

Repubblica,  caso di Luis Suarez.

Il verbale dell’interrogatorio:

Quando viene a conoscenza dell’interessamento della Juventus?

“Verso fine agosto, inizio settembre, ho ricevuto prima una chiamata da Nedved, poi da Paratici”.

C’era un accordo sui termini di contratto?

“No, all’inizio era soltanto per sapere se ero interessato alla trattativa. Dopo se n’è occupato il mio avvocato.

Quando ha saputo che la Juventus intendeva tesserarlo come comunitario?

“Non ricordo, ma Paratici mi disse che mi avevano contattato perchè pensavano che avessi il passaporto Italiano come mia Moglie.

Gli risposi che non lo avevo, avevo solo iniziato a fare la pratica chiedendo tutti i certificati necessari nei Paesi in cui ho vissuto”.

Con quali referenti della Juventus ha avuto contatti in questo periodo?

“Con Nedved per l’aspetto sportivo, con Paratici e col presidente Agnelli, due o tre giorni dopo l’esame di lingua, che mi ha ringraziato per lo sforzo che avevo fatto per liberarmi dal Barcellona.

Agnelli mi disse che con il calcio non si possono fare programmi certi. Con Agnelli non avevo mai parlato prima di allora”.

Questo è quanto è stato detto nell’interrogatorio a Luis Suarez,  che comunque vada questa vicenda sarà l’ennesima pagina da dimenticare non solo della storia bianconera, ma anche quella del  calcio Italiano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.