fbpx

ASRoma.com – Krol: “Roma Napoli sarà una gara combattuta, entrambe in un buon momento. Quella foto con Falcao…”

Krol: “Roma Napoli sarà una gara combattuta, entrambe in un buon momento. Quella foto con Falcao…”

Krol: “Roma Napoli sarà una gara combattuta, entrambe in un buon momento. Quella foto con Falcao…”

Stasera Roma e Napoli saranno di scena all’Olimpico per un match di fondamentale importanza. La corsa verso il quarto posto è entrata nel vivo.

Le due formazioni vivono un buon momento.

Sebbene facciano i conti con assenza pesanti, i giallorossi hanno superato il turno di Europa League. Quella capitolina è infatti l’unica italiana sopravvissuta in campo internazionale.

I partenopei, d’altro canto, stanno recuperando gli infortunati che per tanto tempo hanno condizionato le scelte di Gennaro Gattuso. I dieci punti conquistati nelle ultime quattro partite rappresentano un bottino di tutto rispetto, che ha permesso all’ambiente di risollevarsi dopo molte polemiche.

A dire la sua sulla partita di stasera è Ruud Krol, ex difensore azzurro. Queste le sue parole, riportate da ASRoma.com:

Guardo sempre le partite del campionato italiano. Credo sarà una sfida molto combattuta. La Roma viene da un ottimo risultato in Europa League ed è rimasta l’ultima squadra italiana in corsa per un titolo europeo, un dettaglio non da poco, il Napoli ha vinto a San Siro con il Milan e sarà motivato a ricercare continuità di risultati. Ecco, una cosa particolare che ho notato in questa Serie A, tanto condizionata dal Covid, è stato il rendimento altalenante di tutte le protagoniste. A parte l’Inter, che però prepara una sola partita a settimana con tanti calciatori forti in rosa”.

Uno dei ricordi più belli è relativo proprio a una partita tra azzurri e giallorossi:

Prima di un Napoli Roma del 2016 fui omaggiato con una maglia celebrativa. Eravamo stati invitati io e Gianfranco Zola.

Hamsik, il capitano di quella formazione, ci consegnò le maglie proprio al centro del campo, con tanti tifosi sulle tribune. La mia era la 5, il numero che ho portato in tante partite con il Napoli. Che bel momento”.

Infine il retroscena di mercato: “Era un Roma Napoli dell’8 marzo 1981. Prima della gara io e Falcao scattammo una foto. E pensare che il destino di noi sarebbe potuto essere diverso… Falcao arrivò alla Roma in quella stessa stagione, nell’estate del 1980. Ma prima di lui, oltre a Zico, la Roma cercò il sottoscritto. Eravamo due giocatori diversi, io e Falcao. Agivano in posizioni diverse del campo, ma all’epoca si poteva tesserare un solo straniero. E le frontiere per il campionato italiano riaprirono proprio nel 1980. Pensi che parlai anche con Liedholm.

La Roma mi voleva davvero. Quando nel maggio del 1980 venne negli Stati Uniti per una tournée (Transatlantic Challenge Cup, ndr), io la affrontai in una partita di quel torneo. Giocavo, in quel periodo, nei Vancouver Whitecaps. Dopo la partita, che finì in pareggio pure quella, ebbi questo colloquio con Liedholm. Sembrava fatta, ma qualche tempo dopo la Roma decise di ingaggiare Falcao. E io andai a Napoli.

A me, comunque, andò benissimo l’esperienza azzurra. Purtroppo ci fu un passaggio di testimone con Maradona. Io andai via nel 1984 e Diego arrivò a Napoli in quello stesso anno. La società preferì prendere altri stranieri e io andai in Francia a chiudere la carriera. Peccato, mi sarebbe piaciuto giocare con lui”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.