fbpx

Piani di Accumulo – Un “PAC” è pieno di sorprese

pac

Piani di Accumulo: cosa sono e come funzionano i “Pac”

“PAC” è la sigla di Piani di accumulo di capitale, una soluzione semplice e accessibile a tutti, che permette di costituire un capitale nel tempo, a piccole somme, che altrimenti resterebbero in liquidità. Prima di spiegare come funziona il PAC, analizziamo il comportamento degli Italiani, nell’ultimo anno rispetto ai propri risparmi. Sicuramente, l’incertezza sanitaria ed economica, ha portato le famiglie italiane  ad accumulare “ricchezza” sui c/c bancari. A favore, quindi, della liquidità. Secondo l‘ABI si tratterebbe di circa 160 mld di euro. Una cifra notevolissima.  Gli Italiani hanno quindi scelto di non spendere in consumi, senza però cambiare il risparmio in soluzioni di investimento. Soluzioni meno liquide che avrebbero potuto generare ritorni più interessanti.

C/C – (facciamo un inciso) PER PAURA DI “PERDERE” SI FINISCE COL “PERDERE”

A lungo andare, tenere fermi i soldi sui conti correnti, ci espone ad una perdita certa. L‘inflazione, purtroppo, gioca brutti scherzi e ci mette di fronte ad un errore di valutazione chiamato “Illusione Monetaria” ovvero, la propensione  a pensare alla valuta in termini nominali e non in termini reali, senza tener conto cioè, della mutevolezza del valore della moneta. Negli ultimi 10 anni, ad esempio, si è registrata un’inflazione media dell’1% su base annua, quindi, Il valore reale della nostra moneta è diminuito dello stesso 1%. avevo 100, l’anno successivo avrò 99. Possiamo affermare con certezza, pertanto, che negli ultimi anni, la composizione della ricchezza è cambiata a netto favore della liquidità.

Cambio di rotta dei capitali

A cosa attribuire questo cambio di rotta da parte degli Italiani? Sicuramente, a questa domanda, troviamo più risposte: nelle disponibilità finanziarie contenute, quindi mancanza di ricchezza già esistente; nel  timore della volatilità dei mercati finanziari quindi, nell’ emotività; poca confidenza con gli strumenti di investimento e diciamocela tutta,  basso livello di educazione finanziaria. La più bassa rispetto al resto dei paesi G20. Aggiungerei da addetto ai lavori, anche mancanza di progettualità che, non vuol significare assenza di obiettivi, bensì, non riuscire a riconoscerli come tali. Tutto ciò rende difficile investire in modo consapevole e con un orientamento di lungo periodo.

Piani di accumulo – un’ottima soluzione!

I Piani di accumulo come soluzione. Cerchiamo di capire come funzionano. Accessibili a tutti, subito, anche a chi non possiede ricchezza o risparmi da parte, e ne vorrebbe creare. Un salvadanaio per raggiungere degli obiettivi come acquistare una casa, mettere su famiglia, programmare i migliori studi per i propri figli ecc.. Non occorre un capitale iniziale, ma si tratta di  investire ad intervalli di tempo regolari, importi, anche modesti, provenienti dai flussi di risparmio, ovvero, dalla differenza tra  entrate ed uscite mensili che ognuno di noi gestisce nel budget familiare. Il principio del PAC è uguale a quello dell’acquisto di vestiti, mobili o di qualunque altra cosa, si cerca sempre il prezzo più conveniente, in modo da poter acquistare di più e meglio.

Pac – strumento che abbatte la volatilità dei mercati finanziari

Acquistando più volte le quote di un fondo (ad esempio) in momenti diversi, acquisteremo quote a valori diversi. In questo modo avremo un valore medio che ci eviterà i rischi della volatilità dei mercati quindi i rischi legati al market timing (ovvero, individuazione del momento più conveniente per entrare e uscire dai mercati). Uno strumento, inoltre,  della massima flessibilità, con possibile modifica del piano sia nel contenuto sia nel numero di quote (durata) ed eventualmente nell’interruzione della programmazione. Concludendo, chiedi aiuto al tuo consulente per trovare un PAC in grado di adattarsi al tuo budget e ai tuoi obiettivi di vita.

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.