fbpx

Vaccini, Draghi: “Con che coscienza la gente salta la lista? Usare AstraZeneca per coloro che hanno più di 60 anni”

Nuovo DPCM

Vaccini, Draghi: “Con che coscienza la gente salta la lista? Usare AstraZeneca per coloro che hanno più di 60 anni”

Vaccini, Draghi: “Con che coscienza la gente salta la lista? Usare AstraZeneca per coloro che hanno più di 60 anni”

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha parlato quest’oggi alla stampa in una conferenza indetta presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio. Tanti i temi trattati, in particolare il premier si è soffermato sui vaccini e sulle prossime riaperture.

Tema vaccini

La raccomandazione è usare AstraZeneca per coloro che hanno più di 60 anni d’età. Il rischio di decesso è massimo per coloro che hanno più di 75 anni, quindi bisogna vaccinare prioritariamente quelli più avanti con l’età. Tutto dipende da questo. Smettetela di vaccinare chi ha meno di 60 anni: i ragazzi, gli psicologi di 35 anni, questa platea di operatori sanitari che non sono in prima linea. Con che coscienza la gente salta la lista, sapendo che lascia esposto a rischio di morte chi ha più di 75 anni?

La disponibilità di vaccini non è calata, anzi, sta risalendo secondo il trend previsto. Gli obiettivi verranno raggiunti. Dobbiamo concentrarci su questa classe d’età. I vaccini che abbiamo ora consentono di vaccinare ad aprile tutti gli over 80 e gran parte dei 70enni. Se noi riusciamo a ridurre il rischio di morte è chiaro che si riapre tutto con molta più tranquillità. Tocca al commissario coordinarsi con le Regioni. Ora si tratta si tratta di scegliere la direzione

Tema riaperture

Ho visto Salvini e le Regioni, Anci, poi anche Bersani. C’è un equlibrio. Normale chiedere aperture: la migliore forme di sostegno all’economia sono le aperture, ne sono consapevole. Naturalmente condannare la violenza ma capisco la disperazione a l’alienazione di chi protesta. Voglio vedere nelle prossime settimane di riaprire in sicurezza a partire dalle scuole, obiettivo è un mese di presenza. Quanto più celermente procedono le vaccinazioni, tanto più velocemente procedono le riaperture. Ma meglio vaccinare prima le categorie a rischio che gli altri”.

Penso a un piano di riapertura delle fiere e degli eventi: è il miglior messaggio di fiducia al paese. Stiamo guardando al futuro delle prossime settimane. La stagione turistica? Manca una data. Garavaglia dice a Giugno. Speriamo, magari anche prima chi lo sa“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 + 17 =