fbpx

Centro VAR unico: in discussione nella prossima Assemblea di A

Centro Var unico

Centro VAR unico: in discussione nella prossima Assemblea di A

La tecnologia esiste, ma deve essere curata meglio e a livelli sempre più alti.

Negli ultimi tempi troppi sono stati gli errori commessi, ovvero i mancati interventi Var, che hanno destabilizzato un po’ il popolo dei tifosi, piuttosto adirato per le continue critiche mosse al mezzo tecnologico.

Si sa però che il mezzo è in mano all’uomo che lo gestisce in base ad una logica fatta di regole che probabilmente non soddisfano appieno i fruitori del gioco del calcio.

In campo la Lega di Serie A

Interviene quindi chi gestisce il gioco del calcio ritenendo di dover apportare dei correttivi che di fatto saranno discussi a breve.

Secondo questa logica si sta pensando di creare una centrale unica Var (Video-Assistant Referee) per gli arbitri adibiti al monitoraggio.

La Lega Serie A valuta questa idea di creare un Centro Var unico.

È una delle ipotesi sul tavolo dell’assemblea dei club che si svolgerà il prossimo martedì 13 aprile, in videoconferenza.

All’ordine del giorno della riunione ci sono le discussioni riguardo il correttivo per la quota abbonamenti e biglietti per la stagione in corso (con riferimento alla ripartizione delle risorse tra i club) e riguardo agli accordi con EI Towers per “attività e servizi in esecuzione dei contratti di licenza dei diritti audiovisivi” e per la “realizzazione del Centro Var”.

Il progetto della Lega è quello di creare un unico centro di produzione televisiva a Milano, con al suo interno la possibilità di creare una centrale unica per il Var.

Centro di produzione televisiva a Milano

L’idea della Lega, verosimilmente, è quella di creare un unico centro di produzione televisiva a Milano.

Al suo interno, poi, verrebbe realizzata una centrale unica per gli arbitri adibiti al monitoraggio.

Unica sala di controllo VAR

La Figc avrebbe a disposizione un’unica infrastruttura per realizzare un singolo ‘pool’ centrale per gli arbitri.

Si tratta di un’idea già discussa in passato, ma mai affrontata in modo diretto.

Come di consueto, l’idea prende spunto altrove…dal ‘modello tedesco’, che ha da tempo previsto un’unica sala di controllo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − 4 =