fbpx

L’Italia verso la riapertura: Coronavirus, conferenza di Mario Draghi e Roberto Speranza

L'Italia verso la riapertura

L’Italia verso la riapertura: Coronavirus, conferenza di Mario Draghi e Roberto Speranza

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ed il Ministro della Salute Roberto Speranza hanno parlato nel pomeriggio in conferenza stampa da Palazzo Chigi.

L’Italia si avvia alla riapertura.

Finalmente dopo parecchi mesi uno spiraglio di luce si intravede per quanto riguarda l’emergenza Coronavirus.

Non che il problema sia risolto, ma avere un RT negativo allo 0,85, fa pensare ad una graduale riapertura dell’Italia alle attività economiche e non solo a quelle.

Il Ministro Roberto Speranza, seduto al fianco del Presidente del Consiglio, ha annunciato la discesa dell’RT Nazionale.

E’ dunque un cambiamento importante che ha già fatto pensare, come sottolineato dal Ministro, alle riaperture alle attività all’aperto.

Nel frattempo il presidente Mario Draghi ha parlato di un’Italia verso la riapertura.

Riapriranno le scuole in zone gialle ed arancioni

Ecco le sue parole: “Riapriranno le scuole nelle zone gialle ed arancioni. La campagna di vaccinazione continua ad andare bene, con sorprese positive e negative”.

Draghi, in diretta da Palazzo Chigi, ha dato poi la parola al Ministro Speranza, al suo fianco.

Il Ministro della Salute Speranza ha spiegato che la piegatura della curva di contagi si è verificata grazie alle misure restrittive attuate nelle ultime settimane: “Ridisegniamo un percorso che si avvierà già dal 26 aprile che vedrà come elemento prioritario la tutela e la salvaguardia della scuola”.

“In maniera graduale proveremo ad aprire ulteriori attività commerciali, della ristorazione. Nei luoghi all’aperto riscontriamo difficoltà nella diffusione del contagio. Proveremo ad applicarlo sull’ambito della ristorazione” ha aggiunto il Ministro.

Sono importanti il distanziamento e l’uso delle mascherine

Il Ministro Draghi ha sottolineato l’importanza del distanziamento e della mascherina: se le regole saranno rispettate, non si tornerà indietro sulle riaperture.

In ogni caso, le proposte del Governo riguardo le riaperture devono essere vagliate anche dagli esperti dell’Iss e del Cts.

Nei prossimi giorni scopriremo con certezza cosa cambierà dal 26 aprile nel nostro Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 3 =