fbpx

GdS: Superlega, Ceferin pugno durissimo contro i terrapiattisti del pallone

ceferin uefa

Il presidente dell’ UEFA Ceferin ha in mente punizioni esemplari per i club coinvolti maggiormente nella Superlega, da lui definiti “terrapiattisti”.

Gazzetta dello Sport: Superlega, Ceferin pugno durissimo contro i terrapiattisti del pallone.

La Superlega è un lontano ricordo. Saltato in poche ore il progetto di un campionato europeo di elite, che vedeva 12 club impegnati nella creazione di una lega parallela alle competizioni UEFA.

Il dietrofront immediato dei sei club inglesi, anche dietro minaccia della stessa UEFA, ha fatto saltare il tutto, ma la mano pesante del presidente Ceferin, contro i ribelli, non si fermerà.

Come sottolineato dall’ edizione odierna de “la Gazzetta dello Sport”, infatti, il numero uno del Governo del Calcio europeo, punirà i club invischiati nella Superlega. Ma il grado di punizione sarà diverso in base al coinvolgimento dei club nel progetto.

Indulgenza verso i club inglesi.

Ceferin, ad esempio, sarà più indulgente verso i club inglesi, protagonisti di un dietrofront imminente. I sei club di Premier saranno puniti sì, ma in modo diverso di altri club.

Anche Atletico, Milan e Inter avranno pene meno severe.

Real, Barcellona e Juventus rischiano grosso.

I club che rischiano di più sono le due grandi spagnole e la Juventus, paragonate nei giorni scorsi, dallo stesso dirigente sloveno, ai “terrapiattisti” (le dichiarazioni, ndr).

Questi tre club, infatti, sono gli unici ad essere ancora (in diverso modo, ndr) dentro al progetto “scissionista” della Superlega, con il numero uno dei Blacons, Perez, addirittura pronto alla causa di fronte all’ Antitrust, contro i club che hanno abbandonato la Superlega.

La Uefa sta studiando la punizione. Le  multe ai club sono più che probabili così come le sospensione e le inibizioni dei dirigenti. Infine Ceferin sembrerebbe disposto anche a rinunciare ai due posti extra in Champions riservati ai club in base al loro record storico nel nuovo format.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + 10 =