fbpx

De Maggio:”Il silenzio stampa del Napoli è un errore in questo momento”

Le parole di De Maggio a Radio Kiss Kiss

Walter De Maggio, direttore e conduttore di Radio Kiss Kiss Napoli, nel corso della trasmissione ‘Radio Goal’ ha commentato le errate valutazioni del direttore di gara nel corso della partita Napoli-Cagliari che si è giocata ieri allo Stadio Maradona.

De Maggio in particolare ha espresso il suo disappunto sul silenzio della società.

Queste le sue parole:

“Visti gli episodi arbitrali, il silenzio stampa è e resta un grande errore in questo momento da parte del Napoli”.

Poi De Maggio ha aggiunto ulteriori dichiarazioni:

Le altre società parlano, protestano, commentano, discutono e fanno discutere: è questa la strategia dei grandi club. Quando si subisce un torto così evidente (chiaro il riferimento al gol ingiustamente annullato ad Osimhen, ndr), non deve parlare Edo De Laurentiis sui social: non è nè l’uomo adatto e non è nemmeno il modo adatto per farlo. Aurelio De Laurentiis doveva intervenire in prima persona per protestare”

Il vicepresidente del Napoli, Edo De Laurentiis, ha lanciato infatti un duro sfogo in una story sul social Instagram dopo la gara col Cagliari.

Dopo aver strappato soltanto un punto al Maradona contro il Cagliari, in casa Napoli resta l’amaro in bocca per aver sciupato un’ottima possibilità.

Si tratta di una gara che ha lasciato degli strascichi negativi, legati ad alcune decisioni arbitrali incerte.

Anche la sfida tra Udinese e Juve ha scatenato numerose polemiche, dopo il rigore concesso agli ospiti in seguito ad un calcio di punizione dubbio.

Anche Edo De Laurentiis, attraverso una foto pubblicata tra le sue stories di Instagram, ha mostrato il suo disaccordo con alcune decisioni arbitrali. “A noi un gol regolare non convalidato, a loro come al solito un gol convalidato non regolare”: duro sfogo da parte del figlio di Aurelio.

La seconda parte del messaggio presumibilmente potrebbe essere riferita alla Juventus che ha rimontato la gara contro l’Udinese. Rimonta avvenuta con due gol realizzati nella parte finale della partita. In particolare nel mirino potrebbe esserci l’episodio del fallo inesistente fischiato alla Juventus che ha poi fatto partire l’azione che ha decretato il rigore per Cristiano Ronaldo.

Non è comunque certo che la seconda parte del suo messaggio fosse riferita ai bianconeri, ma quel che è certo è che in casa azzurra il pareggio contro il Cagliari è stato maldigerito. Il gol annullato a Osimhen grida ancora vendetta, purtroppo si tratta di due punti gettati al vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 + 12 =