fbpx

Osimhen e le sue origini: vestiti e denaro ai ragazzi ai semafori

Osimhen e le sue origini

Osimhen e le sue origini: vestiti e denaro ai ragazzi ai semafori

Osimhen è uno di quei calciatori di grande peso per il reparto di attacco.

Osimhen a Napoli voluto da De Laurentiis

Le sue caratteristiche le conosceva alla perfezione Aurelio De Laurentiis che, attraverso i suoi emissari, lo ha cercato in Francia

e con un grande investimento, è riuscito a portarlo a Napoli.

I primi tempi sono stati piuttosto difficili per Victor, per un acclimatamento che ogni calciatore proveniente da paesi esteri deve

fare nel nostro campionato e per gli infortuni subìti.

La profondità il suo campo di battaglia

Le caratteristiche di gioco di Osimhen sono di notevole rilevanza quando la squadra, giocando per lui, gli permette di poter sfruttare

la profondità e, in questo caso, le sue giocate sono funeste per le squadre avversarie.

Nel Napoli attuale e ancor più nel contesto del 4-2-3-1, modulo di gioco adottato da Gennaro Gattuso, Osimhen sta offrendo

sprazzi di genialità, di potenza, di imperiosa velocità che attualmente lo pone sul gradino più alto dei migliori attaccanti

del campionato italiano.

Osimhen non dimentico della sua Nigeria

Victor Osimhen è un ragazzo perbene le cui origini non le ha dimenticate.

Sul Corriere dello Sport si parla dell’attaccante nigeriano e dei suoi gesti di generosità nei confronti della comunità africana presente a Napoli.

“Chi lo conosce lo descrive così: affabile ma diffidente; semplice nonostante la fama e gli agi; umile e generoso fino a regalare borse di vestiti e un bel po’ di euro ai ragazzi africani dei semafori di Napoli che s’ammazzano di fame e fatica proprio come lui da piccolo. Poco altro da dichiarare se non il sushi in centro, i panini da fast food e soprattutto i piatti tipici africani che ordina in un ristorantino tipico della comunità afro in città” scrive il CdS.

In silenzio per la sua gente, senza pubblicità

“Quando ha dovuto lottare per vivere, per guadagnare ogni singolo centimetro di terra, ogni respiro, non puoi dimenticare quello che hai passato. Victor Osimhen non dimentica le sue origini, non lo aveva fatto nel caso della ragazza con una gamba sola che provava a sopravvivere, non lo ha fatto nemmeno in seguito. Secondo quanto scrive Corriere dello Sport l’attaccante nigeriano in silenzio aiuta i fratelli africani, quelli che sono ai semafori di Napoli e lo fa senza voler pubblicità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 + quattro =