fbpx

Napoli taglio ingaggi, Mertens non è più incedibile

Napoli taglio ingaggi

Napoli taglio ingaggi, Mertens non è più incedibile

Il goleador “maximo” della SSC Napoli, Dries Mertens, potrebbe lasciare la società di Aurelio De Laurentiis.

Il contratto del belga scadrà nel 2022, oggi il Napoli non ha intenzione di approfondire troppo la questione.

Ciro a Napoli sta bene

L’attaccante si trova benissimo nel club, ha un legame fortissimo con la città, ma non è da escludere un suo addio da qui a breve.

Il prolifico “Ciro” Dries, con i suoi 135 gol segnati da quando milita nella squadra azzurra, potrebbe considerarsi un privilegiato, ma la politica che da qui a breve sarà messa in campo da De Laurentis circa la contrazione degli ingaggi, può allontanare il mitico 14 dal Napoli.

Il suo contratto è oneroso, si tratta di 4,5 milioni di euro a stagione, e la sua età anagrafica rischiano davvero di far svanire un bel rapporto tra Napoli e l’attaccante di Loviano.

Il pensiero di De Laurentiis è stato chiaro: o si va in Champions League, oppure si rimodella il Napoli partendo dal taglio degli ingaggi dei calciatori.

Le promesse di Gattuso

L’ ex allenatore del Napoli, Gennaro Gattuso, promise alla “piazza” di voler centrare la qualificazione facendo un regalo ai napoletani prima di lasciare la squadra, considerati i rapporti non idilliaci con il presidente.

I suoi ragazzi misero grande impegno per ottenere l’ultimo obiettivo della stagione, dimenticando così l’uscita dalla Coppa Italia, dall’Europa League e la Supercoppa giocata e persa contro la Juventus.

Sarebbe stato un giochino da ragazzi battere in casa il Verona nell’ultima giornata di campionato, ma in una partita strana con poco impegno da parte di tutti e ancor di più strano risultato conseguito, 1 a 1, fece gridare allo scandalo il mondo intero e, soprattutto, non certificò la qualificazione alla Champions del Napoli.

Ci sarebbe da indagare in profondità ciò che successe al D.A.Maradona tra il Napoli, il Verona, gli arbitri ed i presenti in uno stadio ammutolito, non per altro, ma per l’assenza del pubblico in seguito ai DPCM anti pandemici.

Di fatto c’è stata la maturazione di un pensiero legittimo da parte del presidente De Laurentiis: da oggi il via ai tagli.

Il belga non è più certo di restare a Napoli

L’edizione odierna del Corriere dello Sport scrive: “4.5 milioni di euro annui e bonus da 500 Mila euro fanno sì che Dries Mertens non venga più considerato incedibile in casa Napoli.

Il club azzurro lavora al taglio del monte ingaggi ed essendo uno dei più pagati il giocatore non è più considerato imprescindibile.

L’attaccante ha 34 anni ed è, visto la mancata qualificazione Champions, non più certo di restare con il Napoli che dopo gli Europei farà le dovute valutazioni del caso”.