fbpx

ECA, parla Infantino: “Capisco i club ma le gare di qualificazione al Mondiale vanno fatte”

Mondiali ogni due anni

Il pres. FIFA Infantino è intervenuto all’ Assemblea dell’ ECA soffermandosi sul dissenso dei club per le Nazionali: “Bisogna trovare equilibrio, capisco i club ma le gare di qualificazione al Mondiale vanno giocate!”

ECA, parla Infantino: “Capisco i club ma le gare di qualificazione ai Mondiale vanno fatte”.

E’ sempre guerra tra le squadre di club e le Nazionali. Tanti presidenti (ADL è uno di questi, ndr) storcono il naso ogni qualvolta i propri calciatori partono per raggiungere le rispettive Nazionali.

In questo periodo è il turno delle gare per le qualificazioni al prossimo Mondiale che si giocherà all’ inizio del 2022 in Qatar. I presidenti sono preoccupati dalla Pandemia e dai voli intercontinentali che rischiano di rendere indisponibili i calciatori nelle gare con i propri club. E poi il rischio di infortuni è sempre dietro l’ angolo.

Il presidente FIFA cerca equilibrio.

A tal proposito è intervenuto anche il numero uno della FIFA Gianni Infantino all’ Assemblea dell’ ECA:

“È importante proteggere i club ma anche le Nazionali, il calcio è uno per tutti e bisogna trovare un equilibrio. Dobbiamo tutelare la salute degli atleti e per questo occorre ripensare il calendario internazionale. C’è bisogno dell’aiuto di tutti per un calcio che sia più forte. Le qualificazioni si devono giocare e ho chiesto a tutti i club, alle Federazioni e ai governi di non discriminare ma di mostrarci la loro solidarietà.

Dobbiamo proteggere il Mondiale, le qualificazioni e trovare un compromesso anche in vista delle finestre di ottobre e novembre, per superare questa particolare situazione. Sappiamo di non fare felici tutti ma dobbiamo trovare un modo per comprenderci a vicenda. Ciò che è successo ieri tra Brasile e Argentina è stato folle, dobbiamo affrontare questa sfida prendendo decisioni comuni per venire a capo a questa crisi”.