fbpx

Il Mattino- Regole severe in Gran Bretagna, il Napoli chiede soluzioni alternative all’UEFA per la gara col Leicester

Emergenza CoronaVirus Premier League Leicester

Il Napoli affronterà il Leicester giovedì prossimo per la prima gara di Europa League, ma a causa delle norme anticovid, ha chiesto all’UEFA di giocare campo in campo neutro oppure di fare inversione di campo

Il Napoli affronterà il Leicester giovedì prossimo per la prima gara di Europa League, ma a causa delle norme anticovid, ha chiesto all’UEFA di giocare campo in campo neutro oppure di fare inversione di campo.

Giovedì prossimo, il giorno 16 Settembre, il Napoli dovrà affrontare il Leicester in Europa League, ma la situazione non è chiara per via delle norme anti-Covid in vigore in Gran Bretagna. L’edizione odierna de “Il Mattino” riferisce quanto segue: “Il Napoli è in costante contatto con l’Uefa perché alla luce della normativa anti-Covid in vigore in Gran Bretagna Osimhen, Ospina, Koulibaly, Anguissa e Rrhamani non potranno far ingresso nel Regno Unito mercoledì pomeriggio quando è previsto l’arrivo del charter azzurro a Leicester“.

Il quotidiano prosegue nella disamina:

“Ed è una questione che i club, Napoli compreso, hanno affidato all’Uefa. In queste ore sono febbrili le iniziative diplomatiche e la Uefa pensa anche a due soluzioni alternative: ovvero Leicester-Napoli potrebbe giocarsi in campo neutro. Oppure potrebbe essere disposta l’inversione di campo”. Ha riferito il quotidiano campano in merito due possibilità che potrebbe prendere in esame la UEFA per permettere al Napoli di avere i giocatori a disposizione.

 

Casa Napoli è un contenitore di notizie online su cronaca, attualità e sport. Con speciali sulla squadra del Napoli e il mondo che le ruota intorno. I nostri redattori riportano e commentano quanto accade a tutti i protagonisti e non solo. Una giovane redazione sempre pronta a seguire, riportare e commentare il percorso della nostra amata squadra. Online sul giornale, in televisione, sul web ed in radio.