fbpx

Napoli – Juventus 2-1, Allegri a DAZN: “Ci siamo fatti gol da soli, non sono preoccupato. Nulla da rimproverare ai ragazzi”

Napoli Juventus Allegri DAZN

Napoli – Juventus 2-1, Allegri a DAZN: “Ci siamo fatti gol da soli, non sono preoccupato. Nulla da rimproverare ai ragazzi”

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato ai microfoni di DAZN al termine di Napoli – Juventus. Queste le sue dichiarazioni.

 

“Abbiamo fatto una fase difensiva giusta, non ho nulla da rimproverare ai ragazzi. Con l’Empoli abbiamo fatto una gara frenetica. In questo momento ci condizionano gli errori, abbiamo perso troppi palloni. C’è solo da continuare a lavorare. Abbiamo fatto anche una prova di carattere, Szczesny ha parato poco e niente nonostante il Napoli abbia fatto una bella partita. Martedì c’è subito la Champions, proveremo a portare a casa la vittoria”.

Questi episodi hanno condizionato la partita: come mai?
“In questo momento ogni errore viene pagato a caro prezzo. Fa parte del calcio. Ci sarà un momento in cui le cose andranno meglio. Nel primo tempo dovevamo essere più lucidi, abbiamo sbagliato molto vicino all’area. Avevo chiesto il cambio un attimo prima del primo gol, invece sul secondo gol ho fatto il cambio ed è arrivato comunque”.

Dopo il gol non avete cambiato atteggiamento.
“Ci siamo messi con uno in più dietro a costruire dopo il gol, avevamo preso la partita in mano, poi se sbagli sulla trequarti loro ripartono facilmente, è normale. Stasera la squadra ha fatto un passo in avanti da gigante, giocare a Napoli non è semplice. Poi ci sono dei momenti in cui la palla entra e momenti in cui va fuori e si commettono meno errori”.

Bisognerà prendersi cura di Szczesny?
“E’ un gran portiere, sarà lui il titolare della Juventus, anche martedì in Champions. Aveva fatto delle buone partite prima di questa, anche perché il Napoli aveva calciato poco. Anche stasera stava facendo bene, poi c’è stata questa palla che gli è sfuggita”.

Poteva fare di più nel secondo tempo con i cambi visto che non riuscivate a uscire?
“In panchina aveva due difensori, tre ragazzi e solo Kean e Ramsey. Kean si è allenato solo ieri, da programma doveva rientrare la prossima settimana. Bisogna continuare a lavorare sapendo che il campionato è lungo e che bisogna fare una bella rincorsa per entrare nelle prime quattro. Il campionato è lungo”.

Ti preoccupa la distanza che ha già accumulato dal Napoli?
“Ho passato momenti peggiori. In questo momento la cosa che conta è martedì, bisogna fare una bella partita col Malmo, poi affronteremo il Milan. Mi dispiace perché stasera la partita era andata per il verso giusto. Abbiamo subito cinque gol, ce li siamo fatti per conto nostro”.