fbpx

Leicester-Napoli, doppio Osimhen e inglesi impauriti

Leicester Napoli

Leicester-Napoli, doppio Osimhen e inglesi impauriti

Napoli in svantaggio di due reti (Perez e Barnes) contro il Leicester.

Osimhen suona la carica e con due perle impaurisce gli avversari che, sotto shock, rievocano i fantasmi del campionato europeo. Alla fine (buon per loro!), è 2-2.

Bella partita tra Leicester e Napoli

Una bella partita quella disputata ieri sera tra il Leicester ed il Napoli per l’Europa League.

I partenopei sono stati poco incisivi sotto porta e, nonostante le due reti siglate, hanno sbagliato almeno altre 4 o 5 occasioni.

Il Leicester invece coglie le sbavature della difesa azzurra e mette a segno una doppietta che avrebbe potuto tagliare le gambe agli uomini di Spalletti, ma ciò non è stato.

Napoli avanti con il leone di Nigeria: Victor Osimhen

Anzi proprio su una rete, la terza per gli inglesi, poi annullata per fuorigioco dell’attaccante, il Napoli ha reagito innescando il proprio leone di Nigeria, Victor Osimhen, che ha di fatto affondato i propri artigli nel cuore della difesa avversaria, siglando una doppietta che resterà negli occhi dei veementi supporters napoletani presenti allo stadio.

Di testa e di piede, Victor segna due volte e rimette in piedi una gara quasi segnata.

Troppe però, le occasioni sprecate. E’ questo il punto su cui Spalletti dovrà lavorare, ma è un lavoro di psicologia sportiva.

Il Napoli in tredici minuti nel primo tempo ha sbagliato con Malcuit, Zielinski, Insigne e Osimhen, sprecando occasioni d’oro.

Sotto di un gol, la squadra si galvanizza e domina il gioco, ma sconta l’approccio molle del primo quarto d’ora e la scarsa mira sotto porta.

E poi, ancora, Lozano e Fabian Ruiz sul finire di tempo neutralizzati da Schmeichel. Altro errore, secondo gol.

E poi arriva Luciano Spalletti

A questo punto irrompe sulla scena il tecnico napoletano, Luciano Spalletti.

Le sue mosse, come su una scacchiera, scuotono la squadra e la galvanizzano al punto che i nuovi ingressi offrono prestazioni brillanti scatenando la produttività di gioco.

E’ a questo punto che il leone di Nigeria, Osimhen, puntero di un modulo di gioco fondato sul 4-4-2, crea profondità e vi si immerge impalando 2 volte l’incolpevole figlio d’arte, Kasper Peter Schmeichel.

Ounas e Politano ai margini dell’area inglese e Petagna a supporto di Victor è stata la formula magica per portare scompiglio tra le fila degli uomini di Rodgers, farli capitolare 2 volte e impaurirli nei minuti finali con manovre che hanno fatto presagire il terzo gol partenopeo.

Il Napoli può e deve puntare al primo posto in questa edizione dell’Europa League che porta direttamente agli ottavi, e quanto visto ieri sera è la conferma che ciò è più che possibile.

fonte: il Corriere del Mezzogiorno