fbpx

Problema Coppa d’Africa per il Napoli: a gennaio si perderà l’asse portante della squadra

Fiorentina Napoli

A Napoli preoccupa e non poco la Coppa d’ Africa: un problema per Spalletti che per un mese perderà la spina dorsale della sua squadra.

Problema Coppa d’Africa per il Napoli: a gennaio si perderà l’asse portante della squadra.

E’ finito il tempo nel quale il Napoli creava la sua ossatura, il suo zoccolo duro con i calciatori sudamericani, in particolar modo argentini. Da qualche anno le squadre azzurre sono state arricchite pian piano da atleti africani.

Quel continente sempre sfruttato dal mondo occidentale ma che ha regalato al grande calcio fuoriclasse assoluti, basti pensare a George Weah (Pallone d’Oro nel 1995, ndr) con la maglia del Milan ma anche Didier Drogba e Samuel Eto’o trascinatori delle proprie squadre di club per vincere Champions e campionati nazionali.

   

Quest’anno il Napoli, fin dalle prime battute della stagione 2021/2022 ha creato la propria spina dorsale su calciatori africani: Koulibaly, Anguissa e Osimhen. Calciatori imprescindibili per l’ idea di calcio che sta portando avanti Spalletti. Un intoccabile per ruolo che sarà sicuramente esente da turnover, quando il calendario si farà intasato e obbligatoriamente si dovranno centellinare le forze.

Koulibaly interesse PsgZambo Anguissa Napoli

Ma, scherzo del destino, proprio quest’anno, causa covid, ci sarà anche la Coppa d’Africa, spostata di un anno come già capitato agli stessi Europei.

Il richiamo di “Mamma Africa” porterà via i protagonisti azzurri nel bel mezzo della stagione, quando, gli impegni saranno fitti e le gare diventeranno decisive per gli obiettivi di squadra.

Mal d’Africa, come farà Spalletti nel prossimo gennaio?

E’ vero che per la competizione africana inizierà a gennaio e durerà un mese, ci vuole ancora tempo ma a Napoli già pensano al peggio per l’ arrivo di quella data.

I calciatori che voleranno nel Continente Nero saranno quattro. Oltre ai già citati, anche Ounas risponderà alla convocazione della sua Algeria.

Al di là delle soluzioni che qualcuno  sta “proponendo”, ci sarà poco da fare: Spalletti e il Napoli dovranno fare di necessità virtù. E il giorno 6 gennaio ci sarà il big match all’ Allianz Stadium contro la Juventus…

Un merito di Spalletti è stato mettere tutti sullo stesso piano. Tutti titolari in questo Napoli e si spera di poter far crescere anche qualche altro elemento, con l’ obiettivo di alzare sempre di più il livello della rosa. Il sempre maggior utilizzo di Rrahamani nè è la prova.

Coppa Italia formazione Demme Mertens

Ma anche i rientri (a breve) di Demme (convocato per oggi) e Lobotka (rivedrà il campo dopo la sosta, ndr) saranno importantissimi per sopperire all’ assenza forzata di Anguissa.

Per quanto riguarda Osimhen, beh, godiamoci ancora la sua rabbia e la sua forza (oltre ai suoi gol) fino a gennaio, poi Petagna e soprattutto Dries Mertens regaleranno validissime alternative al coach di Certaldo.

Dries Mertens incidente aereo

Non dimentichiamo che il belga è pur sempre il miglior marcatore azzurro “all time”, mica poco…