fbpx

E’ ufficiale, vietate le multiproprietà nel calcio italiano: entro il 2024 ADL dovrà cedere il Bari

ADL mattino

Dopo il caso Salernitana, non ci saranno più multiproprietà nel calcio italiano: entro il 2024 ADL dovrà fare una scelta.

E’ ufficiale, vietate le multiproprietà nel calcio italiano: entro il 2024 ADL dovrà cedere il Bari.

Il Consiglio Federale della FIGC ha approvato all’ unanimità il divieto di qualsiasi partecipazione societaria in più club professionistici. Si rischia la decadenza dell’affiliazione di quelle società che dovessero salire dalla Lega Pro alla Serie D.

Tale decisione riguarda anche i casi già esistenti come quelli del Bari (di proprietà della Filmauro, e quindi della famiglia De Laurentiis al pari del Napoli) e del Mantova (il presidente del Verona, Maurizio Setti, è socio di maggioranza del club).

Tutto dovrà essere risolto entro la stagione 2024/2025: anche ADL quindi al bivio.

Le dichiarazione di Gravina.

Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, ha annunciato lo stop alle multiproprietà nel mondo del calcio in una conferenza stampa:

“Abbiamo stabilito per il futuro il divieto assoluto di qualsiasi multiproprietà e sancito il principio per gli unici due casi ufficiali esistenti, concedendo più di due anni e mezzo di tempo per avviare un percorso di cessione di una delle due società”.