fbpx

CdM- Rinnovo Insigne, le richieste del capitano si scontrano con le esigenze di bilancio

Il rinnovo del capitano Insigne stenta a decollare, le esigenze di bilancio per ADL sono (per ora) più importanti: la situazione.

Corriere del Mezzogiorno- Rinnovo Insigne, le richieste del capitano si scontrano con le esigenze di bilancio.

Il caso Insigne, nonostante un ottimo avvio di stagione del Napoli, sta monopolizzando le ultime settimane. Il discorso rinnovo è fermo a qualche ammiccamento tra Aurelio De Laurentiis e il procuratore del capitano Vincenzo Pisacane.

Anche per stessa ammissione di Lorenzo Insigne, la trattativa per il rinnovo non è per nulla semplice. La difficoltà sta nel compromesso tra le parti interessate che non hanno raggiunto, nonostante le prime chiacchierate con l’ entourage siano state positive, come sottolineato da “il Corriere del Mezzogiorno”.

Lorenzo Insigne, un rinnovo che stenta a decollare.

Il rinnovo del capitano azzurro stenta a decollare. La scadenza (giugno 2022, ndr) si avvicina inesorabilmente e tra pochi mesi (dal primo febbraio, ndr) il calciatore sarà libero di accordarsi con altri club. Oggi il numero 24 azzurro guadagna circa 5 milioni di euro a stagione la società è ferma sulla proposta di rinnovo fino al 2026 ma a cifre più basse (3,5 milioni a stagione). Ma allo stipendio fisso si aggiungerebbero immancabili bonus.

Ad oggi, nonostante la società reputi il Folletto di Frattamaggiore, leader tecnico e morale dello spogliatoio, sta dando priorità alle esigenze di bilancio. Chissà se la Champions possa cambiare ancora una volta le carte in tavola…