fbpx

Meret, rilancio fallito: Spalletti ha scelto Ospina

Ospina - Meret

Alex Meret non ha ottenuto una maglia da titolare neanche con Spalletti

Alex Meret sarà titolare domenica contro il Torino. Lo scrive l’edizione odierna del Corriere dello Sport che poi aggiunge: “Dopo l’arrivo di Spalletti sembrava che la questione fosse indirizzata completamente in un altro verso.

Sì, sembrava che questa dovesse essere la stagione del rilancio, un’ambizione realizzata a metà, in maniera direttamente proporzionale al numero delle presenze collezionate da lui e da Ospina.

David il colombiano: portiere che Gattuso prediligeva per le doti palla al piede e per la spiccata personalità e che il signor Luciano ha promosso partita dopo partita nonostante le intenzioni iniziali di puntare sul talento del giovane Alex”.

Atzori: “Osimhen mi ricorda il primo Cavani”

A 1Station Radio è intervenuto Gianluca Atzori, allenatore ed ex calciatore – fra le altre – di Torino ed Empoli. Ha parlato innanzitutto dei granata, prossimi avversari del Napoli: “Per la struttura societaria che ha, ed anche grazie a Juric, quest’anno possono lottare per la zona Europa piuttosto che per la salvezza.

Mi proclamo tifoso del Toro, pertanto mi auguro che i supporters granata possano godere di un grande campionato. L’idea di mister Juric è quella di non attendere mai l’avversario, e credo che ci proverà anche contro il Napoli.

Dal canto loro, gli azzurri sono in un momento di gloria e non lasceranno punti per strada facilmente. Napoli-Torino sarà sicuramente una grande partita, si affronteranno due squadre che puntano sempre ad attaccare”.

Osimhen: “È partito fortissimo, e quando un attaccante parte in fiducia, solitamente gode di questa scia per tutto l’anno. È fisico e di gamba, aiuta molto la squadra e mi ricorda il primo Cavani. Gli auguro di continuare così e di fare la stessa carriera del Matador”.

Rrahmani o Manolas? “Quando il kosovaro è arrivato al Napoli sapeva di dover sudare per ritagliarsi un po’ di spazio. Non mi sarei aspettato questo exploit, ma sta meritando di giocare accanto a Koulibaly. Anche se, va detto, avere Kalidou accanto ti fa rendere di più”.