fbpx

CdS – Spalletti, dopo le zone d’ombra di Napoli – Verona ha rimesso il pallone al centro del villaggio

CdS – Spalletti, dopo le zone d’ombra di Napoli – Verona ha rimesso il pallone al centro del villaggio

 

 

CdS – Spalletti, dopo le zone d’ombra di Napoli – Verona ha rimesso il pallone al centro del villaggio in quasi 100 giorni di calcio

 

 

Dopo l’Inter, Luciano Spalletti ha avuto tempo e modo di studiare il nuovo calcio, rigenerarsi e riformarsi, mai perdendo la propria natura di verticalizzazione.
Il Napoli ha avuto un cambiamento nel nucleo, la differenza è tutta nella testa, ma la testa funziona se la squadra è tatticamente preparata e gira.
La mano del mister di Certaldo si vede e quel suo modo di fare piace alla piazza. Nessuna veemenza in panchina ma calma e self-control, solo così si può essere lucidi a partita in corso.

 

 

 

Secondo il Corriere dello Sport, sul proprio editoriale odierno:
Ha sistemato la sua cultura calcistica e quell’autorevolezza che riempie Castel Volturno, ha infilato, e senza ricorrere alle «galline del Cioni».  Porzioni d’ironia utile per demolire gli spigoli ed ha semplicemente (ri)sistemato il pallone al centro del villaggio e dei pensieri spettinati che dal 23 maggio scorso riempivano Napoli d’ombre. 

Spalletti sta dentro le sette vittorie consecutive in campionato, costruite attraverso una filosofia che gli appartiene da sempre, la verticalità. Però sviluppate con «altro», da una funzione nuova: i cinque cambi, la soluzione inventata durante l’immediata ripresa post-Covid, sono serviti per «sfruttare» diversamente l’organico e pure il turnover, trasformato in un’arma letale a partita in corso”.