fbpx

Il Mattino – La maglia di Diego diventa una guerra legale: il Napoli non c’entra, ha un regolare accordo legale

Diego Armando Maradona

Il Mattino – La maglia di Diego diventa una guerra legale: il Napoli non c’entra, ha un regolare accordo legale

 

 

 

Il Mattino – La maglia di Diego diventa una guerra legale: il Napoli non c’entra, ha un regolare accordo legale

 

 

 

Un omaggio a Maradona, peraltro anche a fin di bene visto che buona parte dell’incasso andrà in beneficenza, è diventato un pretesto nella guerra tra i figli del Pibe e Stefano Ceci e Matias Morla.
Il Napoli è spettatore perché ha un accordo valido con il rappresentante legale e la questione riguarda Ceci ed i 5 figli-eredi.”

Scrive quest’oggi Il Mattino raccontando che in ballo c’è la gestione dell’immagine e del nome.

Il primo a lamentarsi è stato Diego Maradona junior, ma non è il Napoli nel mirino, ma Stefano Ceci, l’amico storico di Maradona che ha voluto donare anche la statua di Diego (prevista l’esposizione allo stadio il 28 novembre).
A difendere la legittimità dell’accordo è Claudio Minghetti, avvocato di Ceci ed esperto diritti di immagine. Di seguito le parole riportate:

Morla e Ceci condividono il contratto dei diritti di immagine di Maradona per 15 anni, rinnovabile per altri 10. L’accordo prevede che versino il 50 per cento dei contratti a Diego e ora agli eredi. Quel contratto è stato sottoscritto davanti a un notaio che ha recentemente confermato le piene capacità di Maradona. Ceci puntualmente versa sul conto indicato dal tribunale di La Plata il 50 per cento ai figli, che sono 5 e potrebbero diventare 8 perché vi sono tre richieste di filiazione. È stato fatto un accordo tra il signor Ceci e il Napoli per l’immagine di Maradona sulle maglie: De Laurentiis è stato di un’estrema correttezza“.