fbpx

L’agente Andrea D’Amico su Insigne: “Futuro in America? Non credo, arriveranno offerte dall’ Europa”

Ciccio Graziani

Intervento a Radio Marte dell’agente Andrea D’Amico che parla di Insigne: “L’ipotesi di vederlo in America non è percorribile. Vorrà misurarsi in Europa e arriveranno offerte”.

L’agente Andrea D’Amico sul futuro di Insigne: “Futuro in America? Non credo, arriveranno offerte dall’ Europa”

Pausa per le Nazionali e quindi si parlerà di poco calcio giocato. I prossimi dodici giorni saranno improntati sul mercato e sui casi di quei calciatori che sono in scadenza con i propri club.

Uno su tutti Insigne che ancora non ha rinnovato il contratto con il Napoli. Sul suo futuro si è detto di tutto, nelle ultime ore si è rifatta viva la voce di un possibile futuro nella MLS americana. Il Toronto, l’ ex squadra di Giovinco, sarebbe pronta ad accogliere, per la prossima stagione sia lui che Mertens, altro azzurro in scadenza.

Sull’ ipotesi ha detto la sua il procuratore Andrea D’Amico a Radio Marte:

“Insigne in MLS? Non praticabile per diversi motivi. Credo che lui abbia voglia di misurarsi ancora in un calcio europeo, le lusinghe dei club europei non mancano. Non la vedo una cosa fattibile e realizzabile. Su Mertens anche la vedo molto difficile: un po’ per l’età, un po’ perché lui ha un’opzione a favore del Napoli. Non dimentichiamo che il campionato MLS comincia a marzo. Secondo me non è una cosa facilmente realizzabile. Si arriva a luglio con un campionato faticoso alle spalle. Non è una cosa che può essere interessante.

 Sono stato di recente a Toronto, ho un rapporto continuativo con il club ma non mi hanno chiesto niente di Insigne. Anche con l’MLS ho un buon rapporto, c’è amicizia e professionalità che esulano dalle singole operazioni.

Proprio per le sirene e le offerte che Insigne può avere in Italia o in Europa da club molto ricchi, per esempio PSG o Newcastle o Manchester United, escluderei. Non sono l’agente del giocatore, ho dato la mia opinione. Essendo in rapporti con MLS e Toronto posso dire che non è un loro obiettivo. Pisacane mi ha chiesto dove alloggiare a Toronto? No è un po’ che non lo sento. Insigne ha comprato casa? Non so, per le vicende private avrà il suo staff”.