fbpx

Smarrisce il cellulare con le foto del figlio deceduto a 21 anni: padre disperato

Smarrisce il cellulare con le foto del figlio deceduto

Smarrisce il cellulare con le foto del figlio deceduto: “deve essermi scivolato dalla tasca”

Smarrisce il cellulare con le foto del figlio deceduto e lancia un accorato appello: “aiutatemi a ritrovarlo”.
La morte del ragazzo, per un infarto improvviso, risale allo scorso mese di aprile. Angelo aveva soltanto 21 anni, ma la patologia cardiaca non gli ha lasciato scampo. Una scomparsa prematura che la famiglia di Portici provava a sopportare riguardando quelle foto e riascoltando la sua voce ancora custodite in un cellulare. Ma a volte piove sul bagnato e per Francesco Nocerino, padre del ragazzo, sembra svanire anche la possibilità di rivivere quei ricordi: “Ho perso il cellulare mentre percorrevo Corso Garibaldi fino a Gianturco – la ricostruzione disperata -, deve essermi scivolato dalla tasca“.

Tante ricerche inutili, ma qualcuno potrebbe averlo trovato…

Le ricerche del terminale sul posto non hanno dato risultati. “Abbiamo provato anche a telefonare a quel numero – continua Francesco – ma hanno staccato la linea“. E allora per Francesco non resta che lanciare un accorato appello. Il tentativo disperato è quello di parlare al cuore di chi, magari in questo momento, possiede il ‘contenitore dei ricordi’: “Vi prego chi lo avesse trovato, quel telefono è importante per me, ci sono le foto e gli audio di mio figlio Angelo. E’ l’unica cosa che mi è rimasta. Il telefono non ha una gran valore – continua la preghiera del padre angustiato  – ma chi lo avesse trovato mi può contattare al numero 3383251904. Vi prego“. A volte le preghiere arrivano alle orecchie giuste. 

napolinews360