fbpx

Napoli-Lazio nel segno di Diego, poker alla Lazio e vetta solitaria con il balletto di super Ciro e sette giorni di fuoco – Le Pillole del Campionato del Napoli

Napoli-Lazio nel segno di Diego, delle emozioni e della voglia di sognare ancora. Un poker splendido in una notte magica con il tributo ad un anno dalla scomparsa di Maradona, il sold out ed il ritorno delle curve a sostenere la squadra in cima alla classifica

Napoli-Lazio ed il ricordo di Diego hanno creato gli ingredienti perfetti per una gara altrettanto perfetta: la doppietta di Mertens che ha ribadito di voler restare in azzurro, la gran rete di Zielinski che ha aperto le marcature ed il sigillo finale di Fabian per la vetta solitaria. Tutti i dettagli nelle consuete Pillole del Campionato del Napoli!

D10S

Napoli-Lazio è per Diego, nel suo ricordo, nelle sue emozioni. Tante le vecchie glorie azzurri ed i personaggi del mondo dello sport o legati semplicemente al mondo partenopeo che hanno presenziato a Fuorigrotta per un momento davvero toccante. La statua creata per lui al centro del terreno di gioco, le luci spente e soltanto i flash dei cellulari e le note della Mano de Dios a fare da sfondo, così come i battiti dei cuori dei tifosi presenti (IL RICORDO). Le lacrime rigano il viso di chi l’ha vissuto, chi ne ha sentito raccontare le gesta, chi ha avuto la fortuna di vedere le sue magie proprio lì, dove adesso un altro Napoli si sta giocando qualcosa di storico. Passato e presente che si intrecciano, costantemente, nel segno di un unico 10, quello che ha condizionato tutte le nostre vite rendendole uniche. Hasta siempre, Diego.

Mai come le altre

Napoli-Lazio nel segno di Diego ma anche del passato. Inutile negare: vedere Maurizio Sarri tornare all’ombra del Vesuvio e sedere sulla panchina avversaria fa sempre un certo effetto. Certo, meno di quando ha indossato quell’incommentabile tuta bianconera ma la mente torna sempre lì, a quegli anni favolosi, al tradimento, alla notte in albergo dove il Napoli ha perso lo scudetto (parole sue, eh ndr). “Non sarà mai una partita come le altre” ha dichiarato in settimana ed un po’ gli occhi lucidi quando si parla dei partenopei, li palesa (L’INTERVISTA).  Al Maradona però è gara vera e dopo soli 30′ i sorci verdi li ha visti il tecnico di Figline Valdarno: 3-0 che diventerà persino un poker nel finale di match e c’è solo da applaudire ad un Napoli perfetto. “I più forti di tutti” ha dichiarato (LE PAROLE) e forse è proprio vero. Chapeau.

Io resto qui

Napoli-Lazio ed il tributo per Diego ha ispirato un Maradoniano doc, Dries Mertens. Ancora con gli occhi lucidi nel ricordo del calciatore più immenso di sempre, è sceso in campo con chi porta sulle spalle il peso delle responsabilità..e ci ride su. Perchè è stupendo a 34 anni giocare un big match e divertirsi, palesare un feeling incredibile con i compagni, i tifosi, la piazza, la città, quella splendida maglia che sa di casa…e vuoi che vi resti tale per sempre. Due perle splendide, in una notte magica: prima il balletto per Tommaso Starace, amico di sempre, poi la promessa urlata al cielo: resto qui (LE PAROLE). Un cuore, un bacio al vento, per lui, per D10S. Poi, il tributo del Maradona: una standing ovation con coro per Ciro, il belga più napoletano che il Napoli potesse sperare di incontrare sul suo bellissimo cammino di 139 gol (I RECORD). Ancora rigorosamente insieme.

E’ qui la festa!

Napoli-Lazio con le emozioni di Diego ed i sigilli di Mertens ma non solo. Apre le marcature Zielinski in un’azione corale favolosa, chiude il poker Fabian nel finale (LEGGI LE PAGELLE) facendo partire la festa azzurra, in un Maradona impazzito di gioia e finalmente forte del ritorno dei suoi ultras, che si sono fatti sentire dal primo all’ultimo secondo. Forza, compattezza, cinismo palesato dall’undici di Spalletti che già nel primo tempo ha acquisito il risultato e si è riscattato di una settimana complessa: il ko contro l’Inter in campionato e contro lo Spartak in Europa non ha ridimensionato le ambizioni partenopee, che ripartono proprio da questa notte. Nonostante gli infortunati, il dramma Osimhen ed i giocatori out per covid, la reazione è stata forte e ci sono le carte in regola per sognare ancora: sinergia delle parti ed un De Laurentiis davvero entusiasta del lavoro di Spalletti. Tweet compreso (LE SUE PAROLE).

Sette giorni di fuoco

Con Napoli-Lazio e Diego ancora negli occhi e sempre nel cuore, è tempo di pensare al futuro che non è neanche troppo lontano. Milano sponda rossonera è caduta sotto i colpi di un Sassuolo perfetto (LA SINTESI) ed indovinate un po’ chi sarà la prossima avversaria degli emiliani? Proprio gli azzurri ovviamente, in un turno infrasettimanale che si preannuncia infuocato. E mica è finita qui: sabato sera ci sarà l’Atalanta ad attentare ai piani di vetta dei partenopei. Serviranno quindi altre risposte importanti, concentrazione, tanto lavoro e la voglia di stupire ancora, curando ogni dettaglio. In quanto a voi, anzi noi, mi raccomando: cura di camomille, curnicielli rossi a portata e coronarie forti che il meglio deve ancora venire! Alla prossima delle Pillole del Campionato del Napoli!

Alessia Bartiromo
RIPRODUZIONE RISERVATA