fbpx

Il Napoli e lo scudetto: Il fattore campo non sta facendo la differenza

Il Napoli e lo scudetto

Il Napoli e lo scudetto: Il fattore campo non sta facendo la differenza

Siamo quasi alla fine della stagione 2021-22 e la classifica del campionato di serie A propone al vertice il Milan con 71 punti, seguita dall’Inter a 69 punti, poi il

Napoli 67 punti ed infine, per l’ultima posizione utile alla qualificazione Champions 2022-23, la Juventus con 63 punti.

Ci sono 15 punti in palio

Con 15 punti a disposizione (sono 5 le giornate al termine) tutto potrebbe accadere, anche che il Napoli possa affermarsi in questa corsa, nonostante le innumerevoli

discussioni tra tifosi e tra addetti ai lavori che il pareggio con la Roma (1-1) ha prodotto all’indomani della partita del Maradona.

Si tratta di un risultato inaspettato da parte della tifoseria azzurra, per la voglia della squadra, più volte annunciato nel corso della settimana, di riprendere il

cammino in classifica, già fortemente minato dalla inattesa sconfitta interna contro la Fiorentina di domenica scorsa, 10 Aprile.

Queste ultime due giornate hanno però fatto nascere un quesito su cui ci si sta arrovellando: “Perchè al Diego Armando Maradona il Napoli non riesce a vincere e

soprattutto non riesce a manifestare la bellezza del proprio gioco”?

E’ forse la maledizione del DAMaradona?

La risposta ovviamente non può essere quella della maledizione all’interno delle proprie mura, anche se qualcuno ha insinuato una sorta di combriccola divina che

vede San Paolo adirato con i napoletani che lo hanno spodestato da Fuorigrotta, dopo tanto tempo e dopo tante battaglie vinte con i favori del Santo!

Ciò per onorare un’altra figura storica e mitologica, quella di Diego Armando Maradona, che i napoletani adorano così come le reliquie di San Gennaro e lo stesso

Paolo di Tarso, ovvero San Paolo, accecato da Gesù sulla via di Damasco e redento, si convertì al cristianesimo per poi perseguire il processo di evangelizzazione.

Se si potesse risolvere con “San Paolo Diego Armando Maradona”!

Ovvio che nulla di tutto questo è accettato dalla ragione e dalla razionalità dell’individuo, ma anche i più riluttanti a intrecci mistici di cotanto spessore,

al pensiero di una Fuorigrotta con uno stadio denominato “San Paolo Diego Armando Maradona”, sarebbero stati contenti e, probabilmente,

soddisfatti dell’accostamento.

Il Napoli e lo scudetto: Il fattore campo sta facendo la differenza

Ritorniamo però allo sport, al calcio cercando di comprendere i motivi di certi insuccessi: prima della sconfitta con la Fiorentina, i ragazzi di Luciano Spalletti

avevano ottenuto una bella vittoria contro l’Atalanta a Bergamo (1-3) e prima ancora avevano battuto in casa l’Udinese (2-1), vincendo con lo stesso risultato a

Verona contro l’Hellas (1-2).

E’ stato questo il miglior momento degli azzurri che hanno approfittato anche di alcune scivolate da parte delle avversarie per portarsi tra i primi posti in classifica.

Dunque la sconfitta al Maradona da parte del Milan (0-1) era stata ampiamente metabolizzata, anzi era stato solo un passo falso considerati gli ottimi risultati

conseguiti prima della gara contro i rossoneri.

Il Napoli ha perso cinque partite in casa

E’ vero che si è perso in casa con lo Spezia (0-1), con l’Empoli, con l’Atalanta all’andata, e pareggiato con il Sassuolo, ma una vera e propria sindrome

del Maradona non esiste.

Il Napoli ha solo preso sottogamba alcune gare contro squadre che si sono sottovalutate e che proprio al Maradona, sono riuscite a fare risultato.

E’ anche vero, però, che una squadra intenta a vincere lo scudetto non può permettersi di perdere cinque partite e pareggiarne alcune tra le mura amiche.

L’obiettivo stagionale è la qualificazione alla Champions 2022-23

Non bisogna però dimenticare un concetto Delaurentiano, al centro di tante discussioni tra gli analisti del calcio: il Napoli è una squadra costruita per raggiungere la

qualificazione Champions, quindi da posizionarsi entro le prime quattro squadre in classifica!

E questo la dice tutta sulla stagione del calcio della SSC Napoli.