fbpx

Napoli Roma: “Il pubblico del Maradona fischia la prestazione del Napoli. Da tempo non accadeva”

Napoli Roma

Napoli Roma: “Il pubblico del Maradona fischia la prestazione del Napoli. Da tempo non accadeva”

La Repubblica, sulle sue colonne, evidenzia lo stato di tensione che è andato in scena al Maradona nel finale di Napoli Roma. I tifosi hanno sonoramente fischiato

manifestando la loro delusione per il pareggio della squadra azzurra che, oggi in particolare, doveva vincere per proseguire con fiducia sulla strada dello scudetto.

Ottimo primo tempo del Napoli

Eppure il primo tempo del Napoli è stato avvincente, con la squadra che è passata subito in vantaggio con un rigore trasformato da Insigne per atterramento di

Lozano in area romanista, poi però non si è riusciti a siglare la seconda rete, rinviando al secondo tempo la possibilità di chiudere la partita.

Invece, i secondi 45 minuti, hanno segnato la disfatta della squadra azzurra, incapace di ripercorrere quanto di buono fatto nel primo tempo.

Infelice il secondo tempo

L’interpretazione agonistica, tattica e tecnica sono state totalmente inadeguate.

I reparti hanno cominciato a sfilacciarsi, disintegrando il concetto di squadra corta del primo tempo, è poi subentrata la paura di non potercela fare, manifestata in tutta pienezza dalla sostituzione di Osimhen con Mertens, nel momento cruciale della gara, con la Roma che attaccava e con il Napoli che non poteva contare più sul suo faro, capace di dare profondità alla squadra.

Ovvio che Mertens dovesse essere della partita, ma, secondo chi scrive, sarebbe stato opportuno farlo entrare in sostituzione di Lozano, che pure è stato a sua volta sostituito da Elmas.

Nel frattempo gli uomini di Mourinho sono sembrati di volta in volta più sicuri di sé, con la fiducia assoluta nel risultato che poi avrebbero raggiunto nel finale di partita. I giallorossi sono entrati nella ripresa, dominando la partita con la forza e la martellante convinzione di potercela fare.

Difficile che con 5 sconfitte in casa si possa ambire allo scudetto

“Intanto è improponibile pensare che chi vince una sola partita nelle ultime 5 tra le mura amiche, possa ambire a vincere lo scudetto.

I tifosi assiepati al Maradona hanno fischiato non per disamore, ma per delusione e forse, addirittura, rassegnazione per le occasioni perse in questo stadio senza magia, malgrado il nome che porta: qui le illusioni si sono frantumate, smantellate dalla squadra di Spalletti con un’ostentazione che non ha spiegazioni, ma solo continuità. 

Ci sono altri dati che possiamo considerare per comprendere appieno questa strana stagione del Napoli: dopo 33 partite gli azzurri hanno 67 punti, solo uno più di Gattuso l’anno scorso nello stesso parziale. “La discontinuità tradisce l’immaturità di una squadra senza un solo giocatore che abbia vinto lo scudetto”.

Insigne dice addio allo scudetto: lacrime davanti ai tifosi del Napoli per il capitano azzurro per il sogno sfumato”.