fbpx

Cassano: “Se c’era Higuain attaccava al muro Fabian e Zielinski!”

Cassano su Insigne

Nella puntata del 21 aprile della Bobo TV, Antonio Cassano si è letteralmente scatenato nel commentare la situazione in casa Napoli: “Continuo a dare un voto alto a Spalletti perché ha fatto un calcio bellissimo. Lasciamo stare le ultime prestazioni, mi innervosisco quando incomincio a leggere i giornali dei servi che scrivono che non continuerà sulla panchina del Napoli. Per me deve continuare perché il lavoro fatto è eccezionale. Ricordiamoci che De Laurentiis non ha fatto mercato”.

“Anguissa e Lobotka hanno retto il centrocampo tutto l’anno, in modi diversi hanno fatto la differenza. Ma poi rifletto che non sono calciatori che fanno gol e assist. Me la prendo con Fabian e Zielinski che da 4-5 mesi stanno giocano molto male, non stanno facendo niente in mezzo al campo. Osimhen è rientrato e ha dato il suo contributo. Insigne sta giocando buone partite ma non è più quello di due-tre anni fa, sta soffrendo a livello mentale il fatto di doversene andare” ha aggiunto l’ex calciatore barese.

“Al Napoli mancano quei 2-3 giocatori di personalità che fanno salire anche il livello degli altri. Se ci fosse stato Higuain al posto di Osimhen, sono sicuro che Fabian e Zielinski sarebbero saliti di livello. Gli avrebbe urlato e alla terza li avrebbe attaccati al muro. Koulibaly è un grandissimo campione ma in campo non è un leader, non trascina i compagni. Per vincere servono altri tipi di calciatori, al Napoli manca poco” ha concluso Cassano.

Nelle ultime partite il rendimento dei due centrocampisti azzurri è risultato davvero poco utile alla causa azzurra con un apporto non conforme agli standard tradizionali.

Per Empoli potrebbe essere schierato solo Fabian Ruiz mentre Zielinski potrebbe iniziare dalla panchina a favore di Demme.