fbpx

Gianluca Gaetano – Napoli: “Datemi la mediana e vi farò vedere”

Gianluca Gaetano

Gianluca Gaetano – Napoli: “Datemi la mediana e vi farò vedere”

Il campioncino di Cimitile, il ragazzo che con il suo talento, la sua competenza, la sua sagacia tattica è riuscito a realizzare il sogno di un’ intera città e di un’accanita tifoseria, quella della Cremonese, portando la squadra “lumbard” in serie A, “GG10” (Gianluca Gaetano), è colui che rappresenta per il Napoli la sfida nell’immediato, il nuovo scugnizzo a cui affidare le chiavi del centrocampo del Napoli e diventarne la bandiera.

Sembra piuttosto oneroso per Gianluca il passaggio dalla realtà del prestito alla Cremonese al rientro nella propria città da “salvatore della patria”, ma il Napoli squadra sta investendo sui propri giovani e il talento di Gaetano non può non essere valorizzato, in un contesto in cui si riparte con la professionalità di Luciano Spalletti, con una squadra i cui acquisti sono mirati e di particolare affidamento e la voglia di raggiungere obiettivi ben precisi tra campionato e Champions League.

“Sono pronto! Posso fare anche il centrale in mediana”.

Questa la dichiarazione di Gaetano che sta suscitando interesse nell’area tecnica della squadra di Aurelio De Laurentiis, un’opportunità che dev’essere vagliata fino in fondo prima delle opportune decisioni appannaggio di Spalletti.

E’, dunque, un grande momento per Gianluca Gaetano, protagonista anche con la maglia dell’Under 21 dopo la promozione centrata con la maglia della Cremonese. Alla Gazzetta dello Sport il classe 2000 di proprietà del Napoli ha rilasciato una lunga intervista.

Ecco quanto ha detto: “Mi sento pronto a tornare a casa mia, ho voglia di dimostrarlo sul campo. Però nel mercato tutto può succedere. Prima voglio fare queste due partite alla grande con la Nazionale, poi non so cosa succederà, vado 15 giorni in vacanza e ci penserò”.

“Anch’io nel mio bagaglio tecnico ho “O’ Tiraggiro” come lo realizza Insigne. Quello di Lorenzo è un po’ più dall’esterno, il mio più centrale. Però alla fine quando segni basta che va dentro”.

“Mi è dispiaciuto l’addio di Insigne. Ha fatto anni bellissimi, nei quali si poteva vincere il campionato più di una volta. Lasciare così è difficile”.

“Di Mertens posso dire che ha dei colpi spettacolari. Nel 2018 ho fatto gli ultimi sei mesi in prima squadra: mi allenavo con loro e giocavo con la Primavera. Ho visto Dries fare delle cose magnifiche. A volte di spalle si gira, fa il pallonetto, la giocata. Giocatore fantastico”.

“Il mio gioco è da centrocampista offensivo, mezzala d’attacco, trequarti. A Napoli posso anche fare il centrale nel centrocampo a due, nella Cremonese con Pecchia l’ho fatto per quasi tutto il girone di ritorno”.