fbpx

La nuova stagione del Napoli: intervista a Lobotka

La nuova stagione del Napoli

La nuova stagione del Napoli: intervista a Lobotka

Dice il centrocampista napoletano: “La critica non ci pone in alto? Meglio! Sono stato impressionato da alcuni nuovi acquisti”

Stanislav Lobotka, centrocampista del Napoli, a Radio Kiss Kiss Napoli nel corso della trasmissione Radio Goal, ha espresso alcune sue opinioni piuttosto interessanti circa la nuova stagione del Napoli e l’atmosfera che vige all’interno della squadra. Ecco alcuni passaggi di questa intervista a pochi giorni dall’inizio del campionato 22-23 che vedrà la squadra di mister Spalletti impegnata a Verona contro i ragazzi di mister Cioffi.

Come ti senti dopo questo precampionato? “Mi sento molto bene, è stato un lavoro molto duro. Abbiamo però raggiunto un’ottima preparazione che speriamo di mostrare nella partita di Verona. Ci sono tanti nuovi giocatori.”

Chi ti ha impressionato di più?  “Ci sono stati molti cambi, quelli nuovi mi hanno dato grandi impressioni. Ottimi calciatori e ottimi uomini. Sono elementi che possono permetterci di cambiare sia dal punto di vista tattico che da quello tecnico visto che avremo tanti impegni stagionali. Sono stato impressionato da più di un giocatore. Kvaratskhelia mi ha impressionato nel dribbling, in difesa sono arrivati Kim e Ostigard, sono calciatori forti e con grande agonismo. Sono diversi tra loro, ma ci potranno dare una mano nel corso della prossima stagione”.

Vista la fiducia di Spalletti, ti senti una chiave tattica per questa squadra?  “Ogni calciatore della rosa è importante per Spalletti, per lui è fondamentale puntare su ognuno di noi. Sono contento della sua fiducia, se riesco a dare il meglio è anche perché posso giocare con calciatori forti. Molti calciatori forti come Mertens, Koulibaly, Ospina e Insigne sono andati via, e la critica vi vede indeboliti.”

Che rispondi?  “Penso sia un bene che la critica non ci ponga in alto, ci permetterà di avere meno pressioni in questo inizio di stagione. Abbiamo perso qualità e leadership con le varie partenze, ma crediamo in noi stessi e vogliamo dimostrare in campo di essere forti e di sopperire alle partenze”.

Pronti per la partita di Verona?  “Non vedo l’ora di cominciare. Abbiamo avvertito fin dal ritiro il calore della gente, vogliamo entrare in campo soprattutto per loro. Vogliamo ripagare la loro passione nei nostri confronti. Quanto è importante per voi il calore dei tifosi? Per me sono la cosa più importante, averli vicino ci aiuta sia in casa che in trasferta. Vengono ad urlare per permetterci di raggiungere i risultati. È importante questa fiducia, così sarà più semplice raggiungere certi risultati”.