fbpx

Moggi: Kim? sostituire il mammasantissima Koulibaly non è semplice

La Superlega

A “1 Football Club”, programma radiofonico condotto da Luca Cerchione in onda su 1 Station Radio, è intervenuto l’ex direttore sportivo di Napoli e Juve Luciano Moggi

Un voto al calciomercato di Cristiano Giuntoli
“In questo momento il Napoli ha fatto i migliori acquisti. Kvaratskhelia già si conosceva, e Giuntoli lo ha preso prima di tutti. Individuare i bravi calciatori è consuetudine, riuscire a prenderli è per pochi. Non so se sia il georgiano il braccio destro di Osimhen o viceversa, sta di fatto che questi ragazzi non stanno facendo rimpiangere Mertens ed Insigne. Poi ci sono ancora da vedere, ma già li conosciamo, Simeone e Raspadori. L’unico punto interrogativo è Kim: sostituire il mammasantissima Koulibaly non è semplice, ed alla prima di campionato ha avuto qualche sbavatura. Già contro il Monza è andato meglio. Napoli regina del mercato in questo momento”.
Una volta dicesti che uno come Kaka, con quel nome non l’avresti mai preso
“Era solo una battuta, che fosse bravissimo lo si sapeva. I giornalisti ci marciano sopra, ma senza di loro non girerebbero le notizie”.
Polemica social di Insigne
“Si può fare a meno di queste cose, lui deve pensare al Canada ed il Napoli alla Serie A. Per quanto concerne Kvaratskhelia, poi, bisogna aspettare il suo impatto sulle partite importanti. In questo momento dovremmo dire che è un astro nascente, un campione, ma andiamo piano con i giudizi che sono sicuramente prematuri, senza togliere nulla al ragazzo”.
Brutta prestazione della Juve, ieri
“Col Sassuolo è stato tutto semplice perché i neroverdi sono una squadra che lascia giocare. Nella scorsa stagione la differenza tra gol fatti e subiti è stata minima. Ieri, invece, la Sampdoria aveva il baricentro alto e la Juve ha avuto difficoltà ad uscire dalla propria area di rigore. Va detto anche che i blucerchiati sono più di quanto si pensi: contro l’Atalanta hanno perso immeritatamente. Ieri i bianconeri hanno dimostrato un regresso di forma notevole, e questa sarebbe la migliore delle ipotesi. Sottolineiamo pure che ci sono gravi assenze a centrocampo, e se fai minuti e minuti di melina tra i difensori, Vlahovic non tocca palla; la conseguenza è che non si segna. L’ex Fiorentina non deve essere giudicato proprio perché non viene messo in condizioni di giocare. La critica va fatta al centrocampo”.
Sulla Roma cosa ci dici?
“Al momento è troppo leggera, ed in questo l’infortunio di Wijnaldum peserà ancora di più. Dybala e Zaniolo hanno ottimi inserimenti, poi c’è Pellegrini a centrocampo che si gioca il ruolo di miglior centrocampista della Serie A. La Roma la vedo decisamente dietro al Napoli, ma se dovessero prendere un attaccante di peso che sappia aprire i varchi in mancanza di Zaniolo, sarebbe una squadra di tutto rispetto. Per me, la migliore squadra del campionato è l’Inter, subito seguita dal Napoli che, ad oggi, deve dimostrare di avere continuità negli interpreti. Inoltre, il carisma dei senatori andati via non è semplice da sostituire. Tecnicamente sono arrivati calciatori sicuramente all’altezza, vediamo se avranno anche le spalle larghe per far fare alla squadra di Spalletti il salto di qualità”