fbpx

Colomba: il Napoli, che nella passata stagione

Spalletti a KKN
A “1 Football Club”, programma radiofonico condotto da Luca Cerchione in onda su 1 Station Radio, è intervenuto Franco Colomba, allenatore, tra le altre, di Napoli, Parma e Bologna
Napoli bloccato a Firenze?“. Il Napoli non ha vinto contro la Fiorentina perché ha affrontato una squadra più pronta, che ha fatto i preliminari in Europa. Gli azzurri sono partiti forte come nella passata stagione. La partita era vinta, se Lozano non avesse fatto quell’errore madornale sotto porta non ci sarebbero stati problemi. I ragazzi di Italiano, però, hanno fatto un ottimo lavoro, giocando più da provinciale che da squadra offensiva. Alvini? Ha il giusto entusiasmo, bisogna dargli un po’ di tempo per ambientarsi e proporrà un bel calcio che aiuterà i suoi a salvarsi”. Sconfitta Inter contro Lazio roboante? Qualche anno fa, le squadre di testa le vincevano tutte, ma quel calcio è finito. Soprattutto a inizio stagione può finire tutto. A parte il Napoli, che nella passata stagione ne ha vinte otto di fila, la norma è che a inizio campionato ci vuole un po’ prima che le squadre carburino”. Bologna: salvezza tranquilla o qualcosa in più? “Bisogna vedere come reagiscono i nuovi acquisti. A Bologna si è sempre arrivati ad un certo punto, per poi mancare i guizzi giusti nei momenti giusti. Il centrocampo è all’altezza della situazione, vedremo se Zirkzee sarà in grado di fare la differenza in Serie A”. Cosa comporta perdere Fabian Ruiz? “Il ragazzo inventa e ha qualche gol nelle corde. Avendo l’intenzione di giocare con quattro calciatori offensivi, magari inserire muscoli a centrocampo è stata la scelta giusta, come fatto nella passata stagione dal Milan con Kessie e Bennacer. Lobotka ed Anguissa giocheranno esattamente così, e sulla lunga, con l’entrata in forma di Ndombele che è parso appesantito nella sua prima uscita, Spalletti avrà un centrocampo di tutto rispetto”. Serie B: chi ti piace? “Reggina sicuramente, poi ci sono Bari e Palermo da cui mi aspetto tanto”.  Come vedi Sottil a Udine? “Benissimo, è un uomo che viene dalla gavetta e dalla sofferenza, si è meritato la grande chance e farà bene”. Cosa manca al calcio italiano? “Mancano i calciatori italiano. I difensori e gli attaccanti di un tempo. L’Italia pullula di stranieri. Inoltre, in Premier hanno fondi infinitamente maggiori rispetto ai nostri, pertanto possono sopperire a qualche cavolata fatta sul calciomercato, come lo United che strapaga Cristiano Ronaldo, alla sua età e che gioca controvoglia”. Quale italiana è più attrezzata per la Champions? “L’Inter ha fatto una buona squadra, mentre la Juve è tutta da verificare. I nuovi acquisti sono già assenti per infortunio, questo è un problema per Allegri. Fallimento nerazzurro in caso di mancato Scudetto? Hanno le carte in regola per vincerlo, l’anno scorso lo hanno perso loro. Il Milan deve stare attento all’appagamento, che in questo caso può essere il peggior nemico, e francamente ieri mi è parso di vederlo”.