fbpx

Kvaratskhelia Napoli, l’intermediario: “Il Napoli ha saputo scegliere un talento in grado di poter diventare il miglior calciatore al mondo”.

Kvaratskhelia Napoli

Kvaratskhelia Napoli, l’intermediario: “Il Napoli ha saputo scegliere un talento in grado di poter diventare il miglior calciatore al mondo”.

“Su Kvaratskhelia c’era la Juve, lui però, ha scelto il Napoli!”.

E’ una delle promesse del calcio mondiale ed ha tutti i numeri per affermarsi; è soprattutto un calciatore del…Napoli!

Chi scrive, sta parlando di Khvicha Kvaratskhelia (in georgiano: ხვიჩა კვარაცხელია?; IPA: [xvit͡ʃʰa kʼvaɾat͡sʰxɛlia].

Nato a Tbilisi il 12 febbraio 2001 è un calciatore eclettico, attaccante della squadra allenata da Luciano Spalletti e della nazionale georgiana.

Kvaratskhelia è considerato uno dei maggiori talenti del calcio georgiano, nell’estate del 2019 viene indicato dalla UEFA come uno dei 50 giovani più

promettenti per la stagione 2019-2020. È stato premiato per due volte consecutive come calciatore georgiano dell’anno (2020 e 2021) (fonte Wikipedia).

Il suo arrivo in Italia dev’essere considerato, fino ad adesso, del tutto positivo per il gioco espresso sulla fascia sinistra della squadra del presidente Aurelio De Laurentiis. 

Non bisogna dimenticare che quella porzione di campo era presidiata dal mitico Lorenzo Insigne, ora a Toronto in MLS, che era il beniamino del pubblico napoletano.

Khvicha non sta facendo rimpiangere lo scugnizzo di Frattamaggiore, anzi, a detta di coloro che masticano calcio, ha dato alla squadra una connotazione del tutto particolare per il tipo di gioco che sta adottando e per la facilità con cui il georgiano riesce ad andare in rete.

Uno degli intermediari italiani dell’affare Kvaratskhelia, Gennaro Di Nardo, è intervenuto a Kiss Kiss Napoli per raccontare di quanto la squadra di mister Spalletti,

attraverso il braccio destro del presidente, Cristiano Giuntoli, sia stata perspicace nell’individuare, bloccare e acquistare il georgiano in tempi relativamente brevi,

bruciando la concorrenza di altre squadre fiondatesi su Kvaratskhelia: 

“Ha avuto grande capacità di adattamento, il suo è un calcio universale, sta andando tutto bene.

Il Napoli è stato bravo a prenderlo, lui poi ha giocato in Russia che non era un campionato di secondo livello. 

Crescita? E’ un 2001, si sta ancora formando a livello fisico e in Italia può crescere tatticamente con Spalletti. 

Juve? Paratici l’aveva adocchiato, era in fase avanzata, ma è meglio per lui che sia venuto a Napoli. 

Trattativa? Zaccardo è stato il primo a conoscerlo, ci siamo incontrati con Giuntoli e Micheli, già ai tempi del Rubin si stava mettendo in mostra,

piaceva a tanti club. Il Napoli è stato il più veloce a bloccarlo avendo già la qualificazione in Champions.

Spalletti ha parlato con lui durante la trattativa”.