fbpx

Nicola Mora: Spalletti ha una rosa di qualità, stagione iniziata nel migliore dei modi, ci sono i presupposti per arrivare fino in fondo

Napoli Spezia
A “1 Football Club”, programma radiofonico condotto da Luca Cerchione in onda su 1 Station Radio, è intervenuto Nicola Mora, ex calciatore del Napoli.

Pensieri su Napoli-Liverpool e sul Gruppo A?

“Battere la candidata numero uno del girone è fondamentale. Ma si accede agli ottavi vincendo soprattutto le altre squadre. Bisogna essere ottimisti circa la gara con i Rangers”. Il Napoli ha impressionato in questi avvio di stagione… “Straordinaria la fluidità del gioco, l’ingresso dei nuovi è stato repentino. Gli ultimi arrivati si sono integrati benissimo all’interno del sistema di gioco di Spalletti. È stato effettuato un ottimo lavoro anche da parte della società. La squadra è migliorata dal punto di vista qualitativo, non è un caso che abbia cominciato la stagione in modo così roboante”.

Ndombele sostituto di Fabian: il francese sarà adatto a sostituire lo spangolo?

“Kim e Kvara hanno smentito tutti i commenti ricevuti quando sono arrivati. Lobotka è insostituibile. È una squadra che dal centrocampo in avanti può essere modificata in diversi modi. Tuttavia, non credo che il Napoli possa prescindere da un centrocampo a tre”.

Giudizio su Mario Rui? “

È un calciatore che ha vinto la diffidenza dei tifosi, resta il titolare della squadra. Spalletti può fare affidamento sulle qualità del calciatore, in particolare sul suo dinamismo. Servirà tempo ad Olivera per insidiare il portoghese”.

Il presidente De Laurentiis è invadente nei confronti di Spalletti?

“Il patron ha le credenziali per tenere conto delle decisioni del’allenatore. C’è tanto attaccamento alla squadra, è naturale consigliare il tecnico. Nelle scelte, tuttavia, Spalletti dovrà tollerare appunti di crescita e considerare le alternative in panchina”.

L’allenatore deve dimostrare di essere in grado di gestire una rosa completa?

“È chiamato ad un’annata importante. Luciano ha a disposizione una rosa di qualità. L’anno scorso il Napoli ha Lottato per lo scudetto, ma poi ha sprecato alcune occasioni anche per un calo del tecnico. Questa stagione è cominciata nel migliore dei modi, l’allenatore dovrà riptersi”.

Calo della Juve dal punto di vista del gioco?

“Inserire dei calciatori di spessore non è facile, ma sono in netta difficoltà per quello che devono proporre. Non basta avere undici campioni in campo per vincere, è necessario avere la medesima idea di gioco. Anche l’Inter sta riscontrando delle difficoltà di natura mentale. Il Napoli attualmente ha tutte le qualità per trionfare, ha le chances per arrivare fino in fondo”.

Il Bari può ripercorrere lo stesso percorso del Napoli?

“È una piazza straordinaria, merita di salire in Serie A. Non è paragonabile al club azzurro dal punto di vista storico, ma sono sicuro che lotterà sino alla fine per raggiungere la promozione”.