fbpx

Milan-Napoli, l’analisi di Gazzetta: notte magica per Meret, ai padroni di casa è mancato Leao

Milan Napoli

Meret decisivo nella notte di San Siro, ai rossoneri è mancato il guizzo di Leao: ecco l’analisi della Gazzetta dello Sport dopo Milan-Napoli.

Milan-Napoli, l’analisi di Gazzetta: notte magica per Meret, ai padroni di casa è mancato Leao.

Ancora una serata magica quella vissuta dal Napoli: dopo i leoni di Ibrox ecco i leoni di San Siro. Un Napoli coriaceo, unito e che ha saputo soffrire espugna il “Meazza” nel week end dove tutte le grandi perdono.

Gli azzurri portano a casa tre punti preziosissimi nel primo vero big match scudetto grazie alle parate di Meret, al guizzo di Simeone, alle geometrie di Lobotka e ai guizzi di Kvara.

Milan-Napoli, l’analisi della Gazzetta dello Sport.

“La Gazzetta dello Sport”, nella sua edizione odierna, analizza il big match di ieri sera tra Napoli e Milan e lo fa sottolineando, in primis, l’assenza di Leao per i padroni di casa e la serata di grazie del portiere partenopeo Meret.

Questa l’analisi della Rosea:

Il Napoli ha resistito, è stato salvato da un grande Meret e ha fatto leva sul fattore K. Kvaratskhelia ha fatto ammonire Kjaer e Calabria, ha costretto Dest a un intervento da rigore, ha spostato sul serio equilibri.

Manca la controprova, però crediamo che il Milan, al di là dei due legni, questa gara abbia cominciato a perderla nove giorni fa a Marassi contro la Samp, quando Leao, per uno stupido tentativo di rovesciata, si è preso il secondo giallo, l’espulsione e la squalifica. Ieri sera la fascia sinistra del Milan ha funzionato lo stesso, grazie a un Hernandez solista trascinatore, però Leao avrebbe aggiunto allarmi e sconquassi. Leao è mancato, così come il Napoli non aveva Osimhen.