fbpx

I calciatori del Napoli: nessuno meglio di loro

Napoli Champion League

Fonte foto Facebook SSC Napoli

I calciatori del Napoli: nessuno meglio di loro

I nazionali del Napoli al top durante la pausa delle nazionali: hanno un maggiore minutaggio di gioco e il maggior numero di gol segnati.

Alla ripresa del massimo campionato di serie A il Napoli torna a giocare al Diego Armando Maradona di Fuorigrotta incontrando il Torino di Juric.

Le due squadre hanno diversa posizione in classifica, con i partenopei primi in concorrenza con l’Atalanta, mentre i granata del Toro sono reduci da due sconfitte contro il Sassuolo e l’Inter, occupando così la nona posizione, a pari merito con la Juventus a 10 punti.

Prima di rituffarci nel campionato, chi scrive, prende spunto da una notizia evidenziata dalla Gazzetta dello Sport, laddove si analizzano i dati rilevati durante gli impegni con le nazionali dei calciatori partenopei.

Ebbene il dato che viene fuori è piuttosto rilevante per le ottime prestazioni dei calciatori napoletani, per i tempi di gioco, per le realizzazioni del reparto d’attacco di mister Spalletti.

Ecco come la “rosea” presenta questo dato – Nessuno gioca più dei nazionali del Napoli. E nessuno segna più dei nazionali del Napoli: “Il Napoli è infatti la squadra con più minuti giocati. Dodici giocatori impiegati hanno messo insieme 1.810 minuti.

Nessuno, tra i club di alta classifica, ha un minutaggio così alto (e almeno Politano, Zerbin e Meret non hanno messo piede in campo).

Un altro dato è significativo.

Ben 5 napoletani sono stati in campo per due partite intere (90minuti più 90): Di Lorenzo, Elmas, Lobotka, Ostigard e Kim.

In più ci sono Zielinski, Kvaratskhelia e Olivera ai quali è stata risparmiata solo una porzione nel finale di una delle due partite.

Questo significa stanchezza ma anche che il Napoli è in grande forma. Anche dal punto di vista psicologico: il bottino con le nazionali parla infatti di ben 5 gol, nessuno ne ha di più.

La doppietta di Raspadori a Inghilterra e Ungheria, quella di Kvaratskhelia a Macedonia e Gibilterra – non dei colossi del calcio mondiale, ma il gol, come la pecunia, “non olet” – e la rete di Lozano al Perù”.