fbpx

Napoli Forza 4, 6 nella storia: girone Champions da 10 in pagella

Il Napoli rifila altri 4 gol all’Ajax e si qualifica agli ottavi: record su record battuti e azzurri nella storia!

Napoli Forza 4, 6 nella storia: girone Champions da 10 in pagella.

4 come le vittorie (su 4 gare) inanellate nel girone di Champions oltre alle reti rifilate ai Lancieri ieri. 6 come i gol che hanno ammutolito la Johan Cruijff Arena appena otto giorni fa facendo registrare la più rotonda vittoria degli azzurri nella loro storia europea. 10 come il voto che meritano Spalletti e i suoi uomini per come hanno affrontato l’insidioso Gruppo A oltre alle reti fatte all’Ajax, tra andata e ritorno, come mai era successo.

Un Super Napoli, da stropicciarsi gli occhi che ora punta alla vittoria del girone nello scontro diretto di Liverpool tra due settimane (prima c’è da ospitare i Rangers). Addirittura il Napoli può anche perdere 3-0 e guardare i Reds dall’ alto.

Napoli agli ottavi con due turni di anticipo.

Un nuovo record per gli azzurri grazie alla rotonda vittoria contro l’Ajax: per la prima volta nella storia si stacca il biglietto per gli ottavi con ben 2 giornate di anticipo. Mai successo.

E poi si riaggiorna il record di vittorie consecutive (tra campionato e coppe) con la nona di fila. Migliore italiana della storia in una fase a gironi di Champions con ben 17 gol fatti in 4 partite. Da non dimenticare lo scalpo della mal capitata Ajax che mai, in una doppia sfida, aveva subito tanto.

Un’orchestra sempre più perfetta che ritrova un Osimhen voglioso che in modo famelico vuole il primo gol in Champions e lo trova pressando come un forsennato. La verve di Raspadori che eguaglia il record di Del Piero e Ravanelli con 3 gol in 3 gare di Champions giocate.

Discorso a parte merita Kvara che anche senza tirare in porta mette scompiglio in campo e risulta essere uno dei migliori. E Poi Lozano, Lobotka, Di Lorenzo…insomma tutto il Napoli va che è una meraviglia. Un gruppo unito, granitico senza invidie e manie di protagonismo.

Meriti di questo spettacolo a Spalletti che sta deliziando l’Europa con il suo calcio e non può porre limita alla sua squadra.

In una serata di festa passa quasi in secondo piano l’uscita dal campo di Anguissa per un fastidio muscolare, Ndombele l’ha sostituito più che bene.

Ora testa già al Bologna per continuare a sognare e per continuare a deliziare.