fbpx

Atalanta-Napoli blinda la vetta azzurrissima tra le scuse al duo Spalletti-Elmas, il pizzino di Gasp e il miracolo Eintracht – Le Pillole del Campionato del Napoli

Atalanta-Napoli non ha deluso le aspettative e dopo una vera battaglia in campo e numerosi capovolgimenti di fronte, ha visto la vittoria degli azzurri blindando ancora di più la vetta aumentando il gap con le inseguitrici

Atalanta-Napoli ha visto i primi 10 minuti di sofferenza di Meret e soci, con il calcio di rigore al Var trasformato da Lookman. Poi, l’arrembaggio partenopeo con qualità e gioco di squadra. Pareggia i conti una splendida incornata di Osimhen e la decide il vice Kvaratskhelia, Elijf Elmas (L’ANALISI). Ma non solo le questioni di campo: le parole di Gasperini, il miracoloso sorteggio Champions e tutte le novità nelle Pillole del Campionato del Napoli!

LookVAR

Atalanta-Napoli inizia al cardiopalma. Non c’è neanche il tempo di capire cosa stia succedendo, che in realtà succede proprio di tutto. Prima, un’azione tambureggiante con parata di un super Meret e traversa orobica, poi un fallo di mano di Osimhen. Non l’ha visto, non l’ha visto…e invece il Var l’ha visto. Sembra una giornata storta, ancor di più quando il talentino orobico Lookman sul dischetto sembrava nervoso e smentisce tutti calciando un penalty davvero perfetto. Ma il Napoli è il Napoli e non c’è da temere: dopo la scossa infatti, arriva sempre la reazione, ancor più perchè c’è più di qualcuno che vuole assolutamente dimostrare il suo grandissimo valore.

Victor Airlines

Atalanta-Napoli al 19′ vede già i padroni di casa in vantaggio ma non c’è mai stata la sensazione che gli azzurri fossero impensieriti o gettassero la spugna. In particolar modo in campo, si alternavano fasci di luce esorbitanti, di una rapidità esorbitante. “Possibile che piova?” si ascoltava sugli spalti. “Ma no, fa sol fridd”. E’ la Victor Airlines, che ha deciso di partire per un lungo viaggio in più tappe, passando anche per Bergamo. Ed ecco che lì, al 23′ svetta altissimo in volo, superando tutti, anche le nuvole, anche Musso e la sua maschera. Supereroi a confronto ma non c’è paragone che tenga: il 9 partenopeo è indemoniato: si sacrifica per la squadra, crea assist, spazi, corre, intercetta palloni. Perchè proprio non ci sta, perchè questi “terroni” spesso invocati li vuole proprio trascinare alla vittoria (LA MULTA ALL’ATALANTA).

Pardon, Elmas

Riavvolgiamo un attimo il nastro. Atalanta-Napoli era iniziata  già con uno shock, quello delle formazioni ufficiali. Senza Kvara e con il giallo delle auto rubate, i tifosi hanno vissuto ore di tensione, culminate con la titolarità sulla sinistra di Elmas. Mi chiamo subito fuori per la grande fiducia che ripongo in Spalletti essendo l’unico tra noi a guardare costantemente gli allenamenti. Ma, nonostante questo dato empirico inconfutabile, in molti avrebbero preferito una scelta meno rischiosa come il duo adattato Lozano-Politano o Raspadori. Le risposte più ironiche però le dà sempre il campo: tra i migliori c’è proprio il gioiellino macedone che avverte la grande chance e la fiducia dell’interno gruppo, collezionando una prestazione da applausi e un gol stratosferico che decide il match. E mi sa proprio che qualche scusa gliela dovreste (I COMPLIMENTI DI SPALLETTI).

Listen&Repeat

Atalanta-Napoli, finale 1-2 fa Bergamo. In collegamento mister Gasperini. “Beh, è stata una bellissima partita, onore e merito agli avversari, abbiamo iniziato bene poi le migliori occasioni le hanno create loro”. “NoooOoO, stop, stop! Mister mi scusi ma non ha ricevuto il bigliettino? Come quale bigliettino, quello di Dionisi, il pizzino che si passano gli allenatori di serie A con le dichiarazioni post Napoli!” “Mi scusi, l’avevo dimenticato in tasca. Ecco, la rifacciamo?” “Pronti!” “Beh, perdere così fa male, non meritavamo la sconfitta. Recupero insensato nel finale, abbiamo avuto molte occasioni e a tratti siamo stati più coinvolgenti” “Stop! Perfetta mister, alla prossima!” (LE PAROLE DI GASPERINI).

Il miracolo della Champions

Con Atalanta-Napoli ormai archiviata e Napoli-Empoli già nei nostri pensieri domani pomeriggio, un bagliore ha colpito la città partenopea stamane verso le 12.20. In città riecheggiava una strana atmosfera e le cappelle votive di San Gennaro tremavano e trasudavano di gioia. E’ successo, è successo! E’ successo o miracolo! Strano, San Gennaro già ha sciolto il suo sangue. E’ o miracolo rà Champions! Narrato nei libri di scuola, avviene soltanto la seconda settimana di novembre con un’eclissi solare, la congiunzione dei pianeti europei, la quaterna su Napoli, l’auto di Kvaratskhelia restituita al mittente e un coreano che fa o cuppettiell in diretta tv. Ebbene, è successo: la squadra di Spalletti ha ottenuto un buon sorteggio agli ottavi. E che non ce ne voglia l’Eintracht Francoforte eh (LA NOTIZIA). ALLELUJA, ALLELUJA! Adesso però testa all’Empoli: perchè non si deve mollare di un centimetro! Alla prossima delle Pillole del Campionato del Napoli!

Alessia Bartiromo
RIPRODUZIONE RISERVATA