fbpx

Napoli – Udinese: Il Napoli saluta il 2022 con la fuga

Il Napoli di Spalletti

Osimhen, Fonte: Social SSCNAPOLI

Napoli – Udinese: Il Napoli saluta il 2022 ed il Diego Armando Maradona con la fuga ed ennesimo bottino, questa volta ai danni dell’Udinese che partono bene ma si devono arrendere ad un Napoli che trova i guizzi giusti con Osimhen, Zielinski ed Elmas

La gara del Maradona vede il Napoli e l’Udinese affrontarsi nell’ultima gara prima della sosta Mondiale. Gli azzurri scendono in campo con la fame di chi vuol chiudere questa prima parte di stagione con almeno + 8 dalla seconda.

Inizialmente il Napoli soffre un pò i friulani che contrariamente alle altre squadre scese in campo al Maradona prova a mettere sotto gli uomini di Spalletti con azioni continue. Al minuto 7 della gara un ottimo Meret nega la gioia del goal a Deulofeu, che si trova a calciare a due metri dall’estremo difensore azzurro.

Al 15esimo minuto del primo tempo ci pensa Victor Osimhen a ristabilire gli equilibri in campo siglando il vantaggio del Napoli.

Al minuto 31 mentre gli uomini di Spalletti erano in difficoltà un lancio lungo permette a  Zielinski di raddoppiare. Dal raddoppio azzurro nulla da registrare, così si chiude il primo tempo della gara.

Il secondo tempo inizia tra l’assopimento generale, il Napoli cerca di gestire il risultato, i friulani non affondano per paura delle ripartenze azzurre. Nella seconda metà di gara si vedono anche i primi calci d’angolo della partita (per comprendere meglio quanto la partita non sia stata emozionante, tranne i due guizzi azzurri ndr).

A smentire quanto scritto sopra al 58esimo arriva il terzo guizzo azzurro con Anguissa che serve Elmas libero di dribblare e scappare a rete chiudendo definitivamente la gara.

Dopo la rete del tre a zero il Napoli prova a gestire e riesce fino al 78esimo poi va in chiusura totale ed in due minuti su due errori difensivi, l’Udinese con Nestorovski e Samardzic si porta sul 3-2.

Il pubblico del Maradona è in visibilio per questa vittoria del Napoli che resta (in attesa delle altre gare) + 11 (nel caso di vittoria delle inseguitrici resta a +8).

Un Napoli in fuga che riaccende l’entusiasmo di tutto l’ambiente Napoli che mai nell’era De Laurentiis si era mai trovato dopo quindici giornate di Serie A con così un ampio vantaggio rispetto alle inseguitrici, certo siamo ancora all’inizio del campionato ma pesa psicologicamente sugli avversari questo NOSTOP del Napoli.