fbpx

Focus azzurro-Napoli:Cremonese-La buona navigazione

Focus azzurro-Il consueto punto del giorno dopo-Napoli:Cremonese

La banda Spalletti vince per 3 a 0 in casa contro la Cremonese e continua imperterrita la sua marcia solitaria  in campionato. Ennesima prova di forza del Napoli che gestisce e amministra la partita per tutto l’incontro, segnando tre reti in maniera ariosa e chirurgica. Addentriamoci ora nelle prestazioni tecniche-agonistiche dei calciatori azzurri. Inoperoso Meret che ieri festeggiava la sua centesima partita in serie A, facendo praticamente compagnia alla squadra mentre giocava. Discreto il supporto degli esterni bassi Di Lorenzo e Mario Rui. Il capitano predilige la fase propulsiva attaccando continuamente gli spazi, è diventato un punto nevralgico per la linea avanzata azzurra. Meno brillante del solito Marittiello Rui, sbaglia qualche appoggio di troppo ma quando c’è da combattere lui risponde sempre presente.

Determinata e affidabilissima la coppia centrale composta da Rrahmani e Kim

Rrahmani in chiave difensiva è un autentico flagello di Dio, spazza tutto quello che c’è da spazzare urlando continuamente in faccia il suo vigore fisico, ai malcapitati avversari. Non è molto elogiato dagli addetti ai lavori, ma è maledettamente utile e pragmatico per questa squadra. Tenace il suo collega di brigata Kim che continua ad essere la solita muraglia orientale, non si fa mai saltare dall’avversario di turno e gioca sempre con un aggressività esemplare. KK È ormai un lontano ricordo!

Straordinario il supporto tecnico del centrocampo azzurro

Spettacolare Anguissa che riesce a essere dominante sia in fase interdittiva che in quella propulsiva. Dopo una fase di leggera flessione è ritornato ad essere il Supereroe amato da tutti i bambini napoletani. Leggermente sottotono Zieli che si muove tra le linee nemiche assistendo le sortite dei compagni d’attacco, senza però mai eccellere più di tanto. Geniale come sempre il mago Lobotka, quando a un certo punto della gara sbaglia un passaggio per Marittiello Rui, tutto lo stadio esclama un “Oh” di grandissimo stupore. Per la torcida partenopea Lobo non è stato programmato per sbagliare passaggi per i compagni. Ad oggi è uno dei migliori registi europei in circolazione!

Veloce e pungente la linea avanzata azzurra 

 Sgusciante Lozano che mette in seria difficoltà la difesa cremonese, avrebbe meritato di sigillare la sua splendida prestazione con una rete.  Irrefrenabile Osi, Ballardini gli costruisce intorno una gabbia difensiva molto stretta, ma lui ricordandosi di essere il Re della Savana spezza le catene e va a segnare una rete da consumato e scaltro rapinatore d’area. La strada per il titolo passa tutta per la voracità e dal talento cristallino di questo  straordinario attaccante.  Spumeggiante Kvara che costituisce insieme ad Osi la nuova coppia dei gemelli del gol, si inventa praticamente da solo il primo gol della formazione azzurra. La sua partita è piena di strappi e di assist per i compagni, che lo rendono un profilo tecnico imprescindibile del Napoli Spallettiano. Ieri ha compiuto 22 anni, tanti cari auguri e mille di queste partite magico Kvara! Tra i subentrati nota di merito per Elmas,  segna il terzo gol della squadra mettendo in banca il risultato. Fino ad ora ha segnato sei reti partendo quasi sempre dalla panchina, avrebbe bisogno di maggiore spazio perché le qualità ci sono tutte e deve metterle assolutamente in pratica. Concludendo il Comandante del vascello Spalletti vince contro la Cremonese, vendicandosi dell’eliminazione subita in Coppa Italia. Oramai la sua nave veleggia tra porti sicuri, ad una velocità di crociera tranquilla e costante. Ma bisogna sempre ricordarsi che queste sono tappe intermedie, l’ammiraglia sarà attesa alla fine al porto d’attracco, che dovrà consegnare il Napoli al suo popolo festante e alla storia del campionato italiano.