fbpx

Sportitalia- Napoli, lo show dei record: l’editoriale di Michele Criscitiello

Michele Criscitiello

Napoli sempre più capolista solitaria vince, convince e anella record: il punto nell’ editoriale di Criscitiello direttore di Sportitalia.

Sportitalia- Napoli, lo show dei record: l’editoriale di Michele Criscitiello.

Il Napoli vince anche ad Empoli, campo storicamente ostico per i partenopei, e lo fa con una disarmante tranquillità nonostante gli ultimi 25 minuti li abbia giocati con l’uomo in meno.

Neanche le fatiche di Champions hanno scalfito i marziani di Spalletti, scesi sul prato del “Castellani” freschi nella testa e nelle gambe. 21 vittorie su 24 giornate sono un nuovo record per l’Italia calcistica.

A proposito di record, il direttore di Sportitalia Michele Criscitiello, dedica una buona parte del suo consueto editoriale del lunedì alla cavalcata del Napoli.

Perfezione tecnica del Napoli.

Ecco quanto scrive il giornalista Michele Criscitiello:

Tutte le settimane dico: vabbè ad Empoli pareggerà. Quella prima, si dai con la Cremonese esce la sorpresa come in Coppa. Mi sono stufato. Le altre sono normali e si sono arrese allo strapotere del Napoli che rende tutto vergognosamente facile. E’ anche vero che, nel calcio, quando è il tuo anno ti va tutto bene. Non è il caso del Napoli che quest’anno ha raggiunto la perfezione tecnica. Ad Empoli un’altra passeggiata di salute. A Francoforte uno spot europeo per il Napoli e per l’Italia. Quando ti capitano stagioni così, però, devi ottimizzare il più possibile per entrare nella storia. Ed è per questo che sognare la doppietta scudetto-Champions oggi non deve essere più un tabù. I partenopei stanno riscrivendo la storia del nostro campionato e sarebbe bello riscriverla anche in campo europeo. De Laurentiis è il Presidente che ha tolto il Napoli dall’inferno della C, Giuntoli il Direttore che ha visto più partite di serie D che di Champions League, Spalletti “quello bravo ma tanto arriva sempre secondo”. E’ il capolavoro di tutti e lo è anche dei tifosi che questa volta hanno dimostrato una grande intelligenza e, solo oggi, iniziano a far partire giustamente la festa. Autorizzata. L’Inter, a Bologna, ha sventolato definitivamente bandiera bianca.