fbpx

Torino Napoli 0-4, le pagelle. Osimhen nella mesosfera, ottimo Olivera. Solito Kim

Napoli squadra

Torino Napoli 0-4, le pagelle. Osimhen nella mesosfera, ottimo Olivera. Solito Kim

Torino e Napoli sono scese in campo questo pomeriggio per la ventisettesima giornata di Serie A. La sfida si è conclusa con il risultato di 0-4.

Dopo la storica qualificazione ai quarti di finale di Champions League ottenuta al Diego Armando Maradona contro l’Eintracht, i ragazzi di Spalletti espugnano anche Torino e, in attesa delle inseguitrici, si portano a un momentaneo ma comunque clamoroso +21 sulla seconda.

Torino Napoli, le pagelle:

Meret 6 – Corre un serio pericolo al 23’, quando respinge il tiro di Ricci: Sanabria raccoglie e la mette sul palo.

Di Lorenzo 6,5 – Qualche iniziativa del Toro arriva dalla sua zona, dove Vojvoda e Radonjic gli provocano qualche grattacapo. Nulla che il capitano non sia in grado di gestire.

Rrahmani 6 – Sanabria si rende pericoloso in un paio di occasioni. Per il resto, il kosovaro controlla.

(Ostigard 6 – Qualche stacco aereo per mostrare a Spalletti la sua qualità principale)

Kim 7 – Da una percussione delle sue, nasce il rigore del 2-0. Difensivamente perfetto.

Olivera 7 – Ha imparato a gestire le situazioni di gioco, senza forzare la giocata. Bene in marcatura, in palleggio e nella partecipazione alla fase offensiva. Gran palla a Osimhen per il terzo gol azzurro.

Anguissa 6,5 – Oggi sbaglia qualche appoggio, ma nel recupero palla si conferma tra i migliori.

Lobotka 6,5 – Gestisce il gioco senza affanno ma anche senza necessità di giocate straordinarie. Meriterebbe l’Oscar per il posizionamento: una cassaforte per i compagni di squadra.

(Gaetano s.v.)

Zielinski 6,5 – Perfetta la palla dal corner per il gol del vantaggio. Giostra nella trequarti avversaria e costringe spesso gli avversari al fallo.

(Ndombele 6,5 – Il tempo di annotare il suo ingresso in campo e timbra comodamente il primo gol in Serie A)

Lozano 6 – E’ sua la prima occasione del match, imbeccato da Anguissa: tiro rimpallato. Al 29’ ne crea una con il suo pressing, ma quando Osimhen gli restituisce palla il messicano colpisce male.

(Elmas 6 – Entra in campo a gara già segnata)

Osimhen 8 – Per quanto si possano studiare gabbie o contromisure, quando salta nella mesosfera diventa complicato raggiungerlo. Siamo pronti per quel giorno in cui, nella didascalia della foto di un suo gol, si leggerà “scatto di Samantha Cristoforetti”. Costruisce il quarto gol.

(Simeone s.v.)

Kvaratskhelia 7 – Guadagna il penalty, che stavolta trasforma. Offre a Ndombele la palla del poker.

All. Spalletti 8 – Nonostante il +18, riesce a convincere i suoi a pressare in modo asfissiante. La sua corazzata ammazza così la partita già nel primo tempo.