fbpx

Tattiche da Bar: Lecce – Napoli, si riparte!

tattiche da bar

IL Napoli vince soffrendo e lottando contro un buon Lecce. Scende in campo con poche modifiche, Raspadori al posto del Cholito ed Elmas in Luogo di Zielinsky .

Gli azzurri si schierano con un 4-3-3 che spesso non solo in fase di non possesso ma anche in fase offensiva diventa un 4-5-1; il Lecce di Mister Baroni si schiera  a specchio con un 4-3-3 molto aggressivo e combattivo .

Gli Azzurri ,non  ancora guariti  dalla serata nera di domenica,  dimostrano nettamente di essere sottotono

Sblocca il risultato, con un affondo di testa , Di Lorenzo su cross di Kim a scacciare i fantasmi sopraggiunti in questi giorni.

Nella ripresa il Lecce trova un pareggio meritato con DI Francesco, ma il Napoli reagisce e dagli sviluppi di un cross teso del maestro Mario Rui la squadra va in vantaggio con un rocambolesco autogoal del Lecce .

Gli uomini di Luciano Spalletti in vista della partita di Champions devono ritrovare la lucidità e gli automatismi che hanno permesso di dominare questo campionato riproducendo quel volume di gioco e possesso palla costruttivo e concreto.

I Partenopei soffrono quando gli avversari chiudono la visione di gioco e le linee di passaggio costruite da Lobotka e sentono terribilmente , in questo momento,  l’assenza di Victor Osimhen.

La squadra infatti è monca della sua fisicità e dei suoi scatti  in profondità veloci e verticali che regalano imprevedibilità al gioco Spallettiano .

Manca poco alla conquista del sogno e bisogna riprodurre quella magia tecnica e tattica che ha reso la squadra la  più bella d’Europa, anche se come dice il Mister, oggi l’importante era vincere…! Avanti Napoli

di Roberto Stanzione