fbpx

Grande ovazione questa mattina per Lozano in ritiro a Dimaro

Grande ovazione questa mattina per Lozano convocato a Dimaro

Grande ovazione da parte dei tifosi del Napoli questa mattina per Hirving Lozano convocato anche lui a Dimaro insieme a Gaetano. Il centrocampista svolgerà un lavoro di riabilitazione e rientrerà in gruppo a Castel Di Sangro, al suo arrivo questa mattina i tifosi lo hanno accolto con grande affetto e sostegno. Lozano dovrà tenere sotto controllo la distorsione di secondo grado al ginocchio sinistro che lo ha infortunato durante l’incontro la Fiorentina e avrà bisogno di almeno un mese per tornare in gruppo.

Al suo arrivo a Dimaro appare sereno e voglioso di riprendersi per ritornare in campo e convincere Rudi Garcia a confermare la sua presenza in squadra, ma il suo contratto è in scadenza e non è stato ancora rinnovato. Per De Laurentiis due sono le strade: la possibilità di rimanere in Campania accettando uno stipendio al ribasso, dal un lato, e la prospettiva di una cessione a breve, dall’altro.

Il soprannome di Lozano: El Chuchy

Quando era solo un promettente ragazzino delle giovanili del Pachuca, Lozano era solito fare degli scherzetti ai coetanei, chi camminava tra i corridoi dell’ academy aveva paura di vederselo sbucare fuori da un momento all’altro. Era come trovarsi in un film dell’orrore.

Ma non solo per questo venne soprannominato El Chuchy, anche per l’incredibile somiglianza con la bambola assassina dell’omonimo film diretto da Tom Holland. L’attaccante messicano quando è in campo sembra indemoniato, non sta mai fermo.

Il ruolo naturale di Lozano è quello di ala destra, ma spesso viene impiegato anche sulla fascia sinistra. Alto 175 centimetri e pesante 70 chilogrammi, gode di una buona tecnica e sa attaccare la profondità. Preferisce usare il piede destro.