fbpx

Gabriele Gravina sul caso Spalletti

Italia Ucraina

Gabriele Gravina, presidente della FIGC sul caso Spalletti

Gabriele Gravina, presidente della FIGC argomenta sul caso Spalletti nuovo commissario tecnico dell’Italia. Gravina discute sulla clausola di De Laurentiis che non é stata presa in considerazione da Spalletti. L’intervista sul Corriere della Sera:

Presidente perché ha scelto Spalletti?

“Perché ha vinto lo scudetto facendo emozionare Napoli e tutti quelli che amano il calcio, é una guida forte e sicura, ha esperienza e un gioco brillante. Ma soprattutto perché, già alla prima telefonata, ha mostrato un entusiasmo contagioso”.

La clausola che lega il nuovo c.t. al Napoli non é stata un freno?

“All’inizio nemmeno sapevo dell’esistenza di questo documento, l’ho scoperto dai giornali. I nostri avvocati mi hanno rassicurato: potevamo parlare con lui, il resto é una questione tra Luciano e il suo vecchio club”.

Si aspettava un atteggiamento diverso da parte di De Laurentiis?

“Con Aurelio ci siamo sentiti. Ma non mi aspettavo niente di diverso da quando é successo. Altre cose invece, non mi aspettavo”.

Ce le racconti presidente….

“Tanto odio e ipocrisia da parte di alcuni detrattori, ma fa parte del gioco. Ho letto anche nomi di allenatori che non rientravano nei piani. Ho chiamato subito Spalletti, l’altro candidato era Conte, che non può essere considerato una seconda scelta. Stop, finita qui”.

Cos’ altro non si aspettava?

“Che De Laurentiis parlasse del contratto di Mancini. Un contratto che non conosce. Mi é sembrata un’invasione di campo. Certe dichiarazioni mi sono sembrate inopportune, come quando ha detto che se volevamo Spalletti avremmo dovuto pagare…”.

Ci spieghi meglio

“La situazione é stata chiara fin dall’inizio. Luciano stesso mi ha subito detto che la clausola é un problema tra lui e il Napoli. E la FIGC non ha mai pensato di subentrare”.

Spalletti non pagherà spontaneamente la clausola

Mattia Grassani, l’Avvocato di Spalletti annuncia Non pagherà spontaneamente la clausola questo il commento dello stesso Grassani al telefono con l’Ansa. Sarà quindi il Napoli a dover spingere per richiedere il rispetto del contratto stipulato dalle parti. Venerdì 18 agosto 2023 l’annuncio ufficiale: Luciano Spalletti é il nuovo commissario tecnico della Nazionale italiana di calcio. Le parole del numero uno della Federcalcio Gabriele Gravina: “Diamo il benvenuto a Spalletti, la Nazionale aveva bisogno di un grande allenatore e sono molto felice che abbia accettato la guida tecnica degli azzurri. Il suo entusiasmo e la sua competenza saranno fondamentali per le sfide che attendono l’Italia nei prossimi mesi”.

Spalletti ha accettato nonostante dovesse pagare una penale con il Napoli, ma a quanto pare non ne ha alcuna intenzione e per questo si andrà per vie legali. L’ex allenatore del Napoli assumerà l’incarico di ct a partire dall’1 settembre 2023.