fbpx

Salernitana Napoli, i tifosi granata: “Il derby ci lascia indifferenti”

Salernitana Napoli

Salernitana Napoli, i tifosi granata: “Il derby ci lascia indifferenti”

“I rapporti con i napoletani sono difficili perché loro ci vogliono in serie B”.

Per l’undicesima giornata del massimo campionato di serie A si giocherà, all’Arechi di Salerno, il derby campano Salernitana Napoli.

La classifica evidenzia due squadre che sono in apparenti difficoltà e puntano su questa partita per rilanciare le loro chances.

Il Napoli dopo la brillante cavalcata della scorsa stagione, si ritrova quinto in classifica con 18 punti e con una serie di difficoltà che il presidente De Laurentiis e il tecnico Rudi Garcia, stanno cercando di risolvere.

La squadra avverte la mancanza di Osimhen, ancora infortunato, ma è alla ricerca delle giuste motivazioni per perseguire l’obiettivo della riconferma in campionato e il miglior piazzamento in Champions League.

La Salernitana invece, è ultima in classifica a soli quattro punti, ma capace di proseguire il suo cammino in Coppa Italia avendo battuto la Sampdoria per 4 a 0 e approdando agli ottavi di finale, laddove incontrerà la Juventus.

Salernitana Napoli sarà una gara ricca di motivazioni

Dunque una partita ricca di motivazioni che offrirà agli eventuali vincitori buoni risvolti psicologici per il prosieguo della stagione.

Pacate discussioni per quanto riguarda i tifosi, almeno quelli granata, che attraverso il portale tuttosalernitana.com, evidenziano le loro idee circa l’incontro di sabato prossimo:

“Lo scorso anno il derby fu molto sentito da ambo i lati, quest’anno invece sembra che le cose siano cambiate.

Se da Napoli arrivano quotidianamente decine e decine di messaggi in cui si augura la retrocessione alla Salernitana, su sponda granata si sta vivendo la settimana del derby quasi con indifferenza.

Sarà per i risultati negativi della squadra, sarà perché si teme la terza sconfitta interna di fila in virtù della superiorità dell’avversario, ma il pubblico salernitano si avvicina a una delle partite più sentite in assoluto con un preoccupante distacco emotivo.

Certificato, tra l’altro, anche dai numeri: circa 3500 biglietti venduti, 320 dei quali per il settore ospiti.

Certo, la politica dei prezzi al rialzo ha penalizzato tantissime persone, così come l’assenza di quelle iniziative promesse e quasi mai realizzate.

Tuttavia, in altri tempi, Salernitana-Napoli avrebbe garantito un trasporto emotivo diverso”.